Top Social

ABOUT

|
Benvenuti nel blog di Antonella Manfredi, 35enne-Mamma-Moglie-FoodEditor. Campana di origini ed Emiliana d'adozione: un mix di Pizza&Tagliatelle. Vivo a Reggio Emilia (Italia) insieme a mio marito Antonio ed i ns. bimbi, Giada di 9 anni e Christian di 5 anni. Sognatrice, Laureanda in Tuttologia, si farebbe prima ad elencare ciò di cui non sono appassionata. Le Passioni di spicco a volerle riassumere sono: la cucina, la fotografia, l'arte del ricevere, i fiori, il cinema, la storia dell’arte, l'home interior, l'architettura d’antan, il disegno, le arti creative in genere.

Cosa faccio
Di professione sono un FoodEditor Freelance: sperimento, invento, creo nuove ricette, veloci e semplici, per le persone dei giorni nostri che non hanno il tempo di complicarsi la vita - seppur prestino un occhio di riguardo al bello, buono e sano...le mie ricette sono davvero mie: frutto di esperimenti certosini e Amore vero per il mio lavoro. Per chi le invento, sperimento, trascrivo (e fotografo)? Per riviste di settore italiane ed estere, siti web, aziende alimentari, insomma, per persone intelligenti con un cuore...una minima parte delle mie ricette la trovate anche qui sul mio blog, ma sappiate che è davvero minima rispetto alle 900 ricette all'anno (in media) che produco per i miei clienti. E poi fotografo, una ricetta senza foto è una ricetta a metà, e così chiudo in bellezza il processo con foto che vengono alla luce dalla mia inseparabile reflex (Lei è il mio terzo figlio!). 


Cosa mi piace
Sono Amante di tutto ciò che è old-style, Gattopardiana e Downtoniana convinta, amo il bon ton style, i jeans con gli orecchini di perle, le mise en place impeccabili, i fiori freschi onnipresenti in casa mia.
Bach è il sottofondo musicale delle mattine in cucina ai fornelli.
Ancorata alla cucina della tradizione q.b. pur se convertita alle farine alternative: la pizza meglio se semi-integrale, la focaccia ancor di più se fatta di farina di ceci e la crostata  di frutta fatta con il grano saraceno è la morte sua...
Colleziono teglie da cucina, candele, rosai inglesi, orecchini, bracciali, foulard e pochette. Odio vestirmi di nero anche se so che sfina! 
Dico sempre ciò che penso, nel bene o nel male...non conosco le mezze misure, una cosa-una persona-un piatto o mi piace o non mi piace. Odio i progetti a metà, piuttosto che accontentarmi preferisco non farle le cose. 
Sono il più severo critico di me stessa. Punto sempre all'eccellenza. "Vivere la vita alla giornata" è una corrente di pensiero che non mi appartiene affatto...premesso tutto ciò, non mi prendo mai troppo sul serio, a prescindere dalle mie convinzioni!.  


Biografia
Cresciuta in una famiglia matriarcale nella quale madre, nonna e zie mi hanno insegnato l’amore per il bello e l’importanza delle tradizioni; vissuta in casa con la famiglia sino ai vent'anni, ho assaporato un clima familiare nel quale la Cucina è il mezzo per esprimere l’Amore che si prova per gli altri; l'appassionarsene è stato inevitabile.

La Cucina è un culto che mi è stato trasmesso a piene mani dalla mia Nonna materna, la Nonna Lillina, che è stata senza dubbio il mio mentore e che dall’età di 7 anni mi ha messa ai fornelli per insegnarmi i suoi trucchi e segreti. Ero così piccola che per farmi arrivare ai fuochi mi faceva salire su di un cassettino delle verdure capovolto ed usato a mo’ di scaletta...da lì è nato tutto.

Il primo piatto cucinato interamente da sola è stato Riso e Piselli ed avevo 10 anni (anche il Cracco nazionale annovera il Riso e Piselli come sua prima sperimentazione culinaria...non voglio certo paragonarmi, lungi da me! Non sono affatto uno chef, piuttosto una cuciniera appassionata, ma quest'assonanza del Riso e Piselli con Cracco Mi Piace troppo!...vorrà pur dir qualcosa?!). 

Prima del Riso e Piselli c’erano stati altri “esperimenti” a 4 mani con la Nonna Lillina. 
Del mio primissimo passo in cucina ho un ricordo chiaro e preciso: correva l’anno 1989, era Estate e faceva caldo. La Nonna come tutte le Estati faceva scorta di melanzane da mettere sott’olio e da consumare d’Inverno. Aveva una grande tinozza con acqua ed aceto, a mano a mano che tagliuzzava melanzane le gettava in acqua. Di fianco a Lei due pile alte di cassettini in legno zeppi di melanzane. Un giorno mentre giocavo nel cortile di casa mi chiamò e mi disse di provare, mi porse lo spelucchino e mi mostrò come fare. Fu quella la primissima volta che toccai con mano una materia prima. All’inizio il coltellino era un po’ ostico ma dopo una ventina di minuti mondavo melanzane che era un piacere. Avevo 7 anni e siedavamo nel cortile di casa nostra su vecchie sedie da esterno, mia madre mi guardava sgomenta (me lo ricordo ancora quello sguardo apprensivo, aveva paura che mi tagliassi). Ricordo che la Nonna mi disse che ero brava, io le sorrisi e lei mi rispose con un sorriso...quel suo “brava” e quel sorriso non li dimenticherò mai più...furono l’inizio di un percorso che mi avrebbe segnato la vita...anche l’inizio di un’estate da pollici viola!. 

Nell’arco delle mie sperimentazioni culinarie ho messo appunto centinaia di ricette, a conti fatti cucino da 28 anni anche se ne ho 35. 

La mia attività
Nell'ottobre 2012 nasce il mio blog, tra uno scatto fotografico incerto ed in punta di piedi decido di condividere le mie Passioni culinarie in rete. Dopo poco frequento corsi per affinare la tecnica e lo stile alla scuola di Arte Culinaria Cordon Bleu. Poco più avanti capirò che non c'è più posto per l'incertezza fotografica, una nuova Passione prende forma e vita...l'Amore per la fotografia diventa travolgente sino a spingermi verso lo studio approfondito di quest'Arte. 

Nel Dicembre 2013 la Passione per la cucina-scrittura-fotografia diventa un lavoro a tutti gli effetti - grazie alla Lotus Publishing, con una rubrica fissa di 10 ricette mensili sui magazines Vivere Country in Italia e Vie à la Campagne in Francia. Questa rubrica è il primo passo di un percorso di carriera alternativo.
Il proseguo di questo percorso ed il tassello mancante di un progetto volto ad "inventare" una professione fatta su misura - essere imprenditrice di me stessa coniugando Passione e Lavoro - arriva alla fine del 2014 quando il sogno di essere Foodwriter&Foodphotographer per una pubblicazione prettamente di cucina si concretizza grazie al Magazine CUCINA SEMLICE; un progetto ambizioso alle cui ricette nei primi mesi ho lavorato quasi esclusivamente da sola, l'equivalente di un libro di cucina da "sfornare" mensilmente. Un progetto però fortemente stimolante per una personalità come la mia che ama le sfide importanti ed il duro lavoro. Contestualmente con Cucina Semplice collaboro anche al magazine-cugino Rumeno BUCATARIA PERFECTA.
Nella Primavera 2015 la stessa casa editrice di Cucina Semplice pensa al lancio di un nuovo foodmagazine, accetto con entusiasmo la scommessa e dopo i buoni risultati di Cucina Semplice e grazie al lavoro meticoloso tra collaboratori e redazione nasce MAXI CUCINA, che debutta in edicola nel Giugno 2015; un progetto al quale ho contribuito con 30 ricette mensili.

Ad oggi il mio lavoro si è esteso anche a collaborazioni con aziende del settore food & dintorni (ristoranti, siti di cucina, aziende di articoli per la tavola e la cucina) mediante ricette e o foto illustrative per cataloghi, brochure, siti web  e simili.

A.