Top Social

Slide Show

TORTA ALLE PESCHE E 4 FARINE {SEMPLICE E SUPER SOFFICE: CON YOGURT!}


Ma Voi la Torta semplice "ideale" alle Pesche l'avete trovata? Intendo, avete sperimentato delle torte semplici alle Pesche che Vi hanno talmente tanto colpito da dire "l'ho trovata - è lei"?
Io adoro le pesche, soprattutto quelle noci che risultano essere croccanti e sode, anche in cottura non si mollano eccessivamente, e da anni sperimento ricette di torte semplici alle pesche perché ho voglia di trovare "quella giusta". A parte il classico crumble e clafoutis (personalmente preferisco il crumble al clafoutis), non ho ancora trovato una Torta lievitata alle Pesche che mi faccia urlare al miracolo!
Settimana scorsa però, mettendo in ordine la dispensa, complici due sacchetti smezzati di farina integrale e di grano saraceno, mi sono detta che magari potevo improvvisare una torta di pesche non troppo dolce (Ve l'ho già detto che non amo i dolci troppo dolci, passatemi il gioco di parole!), e così con l'aiuto dello zucchero di canna e di un buon quantitativo di yogurt ne è venuta fuori la versione super soffice che vedete in foto...ora, l'urlo al miracolo non c'è stato (ma conoscendo le pretese della sottoscritta difficilmente arriverà mai), ma un'esclamazione di mitigato giubilo è avvenuta: "Si scioglie in bocca eh eh!". Essendo Io il peggior critico di me stessa direi che non è male come responso!...un certo ragazzotto con la barba di mia conoscenza dice che sono troppo severa con me stessa...lo stesso ragazzotto ha finito la torta in questione in 3 round: merenda, dopo-cena, colazione! C'è stato un frangente durante il quale l'ho visto utilizzarla quasi fosse un cantuccio, in 2 dita di whisky!
Di solito c'è una certa aspirante (mini)arpista a dargli man forte, e i round a dirla tutta si riducono a 2, ma in assenza del braccio destro intento in ferie balneari con la Nonna, il ragazzotto non si è comunque smentito e, fatta eccezione per 2 quadrotti in totale sottratti da me ed il piccolo Christian, la sua "figura" solita di finto assaggiatore, o meglio trangugiatore, l'ha fatta ugualmente!.


TORTA ALLE PESCHE E 4 FARINE
INGREDIENTI per uno stampo quadrato da cm 23 di lato:
3 grosse pesche noci sode
120 gr di burro pomata
100 gr di farina 00 setacciata
50 gr di farina integrale
50 gr di farina di grano saraceno
150 gr di maizena
1 bustina di lievito vanigliato per dolci
4 uova + 2 tuorli
125 gr di zucchero di canna
250 ml di yogurt bianco cremoso (2 vasetti)
Scorza di 1 limone grattugiato (non trattato)
Polpa di un baccello di vaniglia
1 pz di sale
Burro e farina per imburrare la tortiera.
Zucchero a velo q.b.
TEMPI DI PREPARAZIONE:
Tempo di lavorazione 20’
Tempo di cottura 35’
PREPARAZIONE:
Separate i tuorli dagli albumi.
Tagliate il burro a pezzetti. 
Sbattete con le fruste elettriche il burro insieme a metà dello zucchero e la polpa del baccello di vaniglia fino a creare una crema soffice - continuando a sbattere - unite i 6 tuorli. Quando i tuorli risulteranno essere ben incorporati al composto, unite lo yogurt e la scorza di limone grattugiata ed amalgamate il tutto.
A parte - sempre con le fruste elettriche - montate a neve gli albumi con 1 pz. di sale ed il restante zucchero.
Unite i due composti amalgamandoli delicatamente senza "smontare" l'impasto, con movimento dal basso verso l'alto aiutandovi con una spatola da pasticceria.
Setacciate sopra il composto ottenuto la farina 00 e la maizena precedentemente setacciate e mixate al lievito ed incorporate delicatamente sempre con movimento della spatola dal basso verso l'alto. 
Quando ben amalgamato aggiungete la farina integrale e quella di grano saraceno incorporandole all'impasto.
Imburrate ed infarinate la tortiera. 
Travasate l'impasto nella tortiera e disponetevi sopra le pesche precedentemente ridotte in spicchi.
Infornate a 180°C x 35-40’ in forno statico preriscaldato praticando la prova dello stecchino prima di spegnere il fuoco.
Lasciate che la torta si raffreddi in forno e poi sformatela.
Prima di servire, spolverate con zucchero a velo.

Al prossimo racconto commestibile,
A.

*Stampo quadrato per 4/6 persone in acciaio al carbonio antiaderente di LeCreuset Italia

PERE AL VERMOUTH, GORGONZOLA E MASCARPONE CON PERLE ALL'ACETO BALSAMICO.


Sempre più caldo in quel di Reggio Emilia e la voglia di mettere in tavola piatti eccessivamente cotti e fumanti è pari a 0! Ripiego su piatti veloci e freschi, o quantomeno che richiedono minima cottura. Ciò nonostante il lavoro di Luglio e Agosto per le riviste va fatto comunque e spesse volte alcuni dei piatti caldi che preparo vanno all’anziana vicina perché in casa tutti, dal più piccolo al più grande, aborrano i piatti caldi!
Sabato ho avuto modo di dedicare un po’ di tempo per sperimentare le Perle all'Aceto Balsamico di Modena IGP che l’azienda Ferrarini mi aveva chiesto di provare circa 10 giorni fa. Queste piccole e morbide sfere, racchiudono al loro interno il miglior Aceto Balsamico di Modena IGP Ferrarini, frutto di una sapiente cottura dei mosti e della paziente cura durante l'affinamento in botti di rovere.
Conoscevo già questo genere di prodotto e credo che qui sul blog siano già presenti altre ricette arricchite da queste preziose perle dal gusto ricco e persistente; devo però dire che le perle Ferrarini sono davvero ben fatte, sfericamente perfette. Io le ho utilizzate per arricchire delle Pere cotte in vino liquoroso del tipo vermouth farcite con crema di mascarpone e gorgonzola, ma rappresentano un modo originale e innovativo per arricchire e rendere unici diversi tipi di portate, da piatti a base di pesce, risotti, arrosti ed involtini fino ai dessert e alla frutta per i quali risultano essere particolarmente scenografiche.

PERE AL VERMOUTH, GORGONZOLA E MASCARPONE CON PERLE ALL'ACETO BALSAMICO DI MODENA IGP FERRARINI.
INGREDIENTI per 4 persone:
Perle all'aceto balsamico di Modena IGP Ferrarini
2 pere del tipo Abate di medie dimensioni
100 gr di gorgonzola o formaggio erborinato
150 gr di mascarpone
250 ml di vino liquoroso del tipo vermouth
250 ml di acqua naturale
Erba cipollina fresca q.b.
TEMPI DI PREPARAZIONE:
Tempo di lavorazione 15'
Tempo di cottura 10'
Tempo di riposo 20'
PREPARAZIONE:
Pelate le pere, tagliatele in due parti nel senso della lunghezza e privatele del torsolo centrale.
Emulsionate il vino liquoroso con l'acqua e ponete in un tegame dalle dimensioni sufficienti affinché le pere risultino completamente coperte dal liquido; dall'ebollizione lasciate che cuociano per circa 5'.
Dopodiché scolatele e lasciatele raffreddare.
Intanto, amalgamate il gorgonzola al mascarpone e ponete la farcia ottenuta in una sacca da pasticceria munuta di larga bocchetta a stella.
Lasciate la farcia in frigo per circa 10' a refrigerare e nel frattempo tagliuzzate l'erba cipollina finemente.
Solo quando le pere risulteranno ben freddate, farcitele con la farcia al formaggio.
Decorate infine con le perle all'aceto balsamico ed aromatizzate con l'erba cipollina.

*Variante:
Questo antipasto gourmet può esse realizzato anche con le mele. In tal caso optate per una varietà croccante e non friabile.

Un ringraziamento speciale va a Ferrarini per avermi dato l'opportunità di provare le loro perle all'aceto balsamico di Modena IGP e per aver omaggiato i miei lettori di un codice sconto (Sorpresa!) da poter utilizzare sul sito www.ferrarinishop.it: a fronte di un ordine di prodotti Ferrarini, potrete fruire di uno sconto inserendo il codice LE PASSIONI DI ANTONELLA

Al prossimo racconto commestibile,
A.