Top Social

Slide Show

PROFUMO D'AUTUNNO...{LASAGNA AI FUNGHI}



Passeggiando per le strade  il rumore delle foglie secche sotto le scarpe quasi mi accompagna fino alla meta.
Tutto assume un colore ocra, a tratti biondo. 
Christian raccoglie foglie secche da portare all'asilo, serviranno per il cestino dell'Autunno. Un po' ne porta anche a casa, sa che mi piace usarle per i centrotavola. 
La natura pian piano va in letargo, di mattina l'aria frizzantina richiede sciarpa e giacca...e poi le prime piogge, cadono sulle foglie giallastre e quel profumo nostalgico d'Autunno bussa alla porta come ogni anno: irrinunciabile Ottobre sei tornato per farmi sognare.
Questo è un periodo dell'anno davvero magico per me. L'Estate è ormai congedata, ma il freddo pungente Invernale non è ancora arrivato. Si riscoprono i maglioncini leggeri, i biscotti ed il pane fatto in casa, niente più remore nell'accendere il forno, il suo tepore riscalda...e poi il via al cambio di stagione in tavola: funghi, zucche e castagne sono i benvenuti. 
Riscopro il sapore dei cibi che mi coccolano.
La mia Giada, da qualche giorno novenne, adora la Lasagna; ed ecco far capolino sul mio tavolo la prima Lasagna ai Funghi della stagione.

LASAGNA AI FUNGHI for #LecreusetItalia
INGREDIENTI per 4 persone:
300 gr di Farina per pasta fresca
3 Uova
500 gr di Funghi Champignon bruni
100 gr di Patata
1 Spicchio d’Aglio
300 ml di brodo vegetale
250 ml di crema di Latte
100 gr di Pecorino toscano stagionato grattugiato
Olio evo e Burro q.b.
Prezzemolo fresco q.b.
Sale e Pepe q.b.
TEMPI DI PREPARAZIONE
Tempo di lavorazione 1h
Tempo di cottura 50'
Tempo di riposo 30'
Difficoltà media
Costo a porzione euro 1,30
PREPARAZIONE
Con la farina create un cratere sulla spianatoia e rompetevi dentro le uova.
Impastate energicamente sino ad ottenere un panetto sodo (solo se necessario aggiungete altra farina).
Lasciate riposare la pasta per circa 30’ avvolta da pellicola alimentare.
Intanto, private i funghi della parte terminale terrosa del gambo ed affettateli sottilmente.
Private la patata della buccia e riducetela in dadolata.
Fate imbiondire l’aglio in una noce di burro con un filo d'olio; appena brunito eliminatelo ed aggiungete le patate facendole insaporire per 5’.
Tritate sottilmente il prezzemolo ed aggiungetelo alle patate unitamente ai funghi precedentemente affettati.
Salate leggermente e portate a cottura in circa 20’ aggiungendo gradatamente brodo caldo durante la cottura.
A termine cottura passate al blender 2/3 del composto sino ad ottenere una consistenza cremosa simile a quella di un pesto. Addizionate il pesto con la crema di latte e tenete in caldo.
Preparate una pentola con acqua salata e nel frattempo stendete sottilmente la pasta ricavandone delle sfoglie sufficientemente ampie da poter rivestire la pirofila di cottura (la mia è di @lecreusetitalia in grès color ciliegia)
Lessate le sfoglie nell’acqua bollente per max 2’ e scolatele su di uno strofinaccio pulito.
Preriscaldate il forno a 200°C con modalità ventilata.
Componete la lasagna alternando uno strato di pesto di funghi, ad uno strato di sfoglie di lasagna, funghi interi e pecorino sino all’esaurimento degli ingredienti.
Spolverate infine in superficie con abbondante pecorino ed infornate per circa 20-30' o sino a doratura.

Il segreto: Se notate che la Vs lasagna risulta essere poco umida, soprattutto negli angoli, per non incappare in sfoglie di lasagna bruciacchiate dopo la cottura (perché poco coperte dal condimento), prima di infornare potete versare nei 4 angoli della pirofila un Goccio di Latte. E’ un segreto infallibile per ottenere una lasagna non bruciacchiata nei bordi perimetrali!.


Al prossimo racconto commestibile,
A.

POLENTA GRIGLIATA CON CASTAGNE E CAPRINO {#SEGUILESTAGIONIOTTOBRE}


Finalmente sei arrivato...
L'Autunno seppur già iniziato già una decina di giorni si sente ancor più forte in Ottobre, almeno per me è sempre stato così, ho sempre vissuto Settembre come un mese di fine Estate, una sorta di ponte verso l'Autunno.
Questo è uno dei periodi dell'anno che più amo, le prime magliette a maniche lunghe, un coprispalle leggero o il gardigan di maglia sottile sulle spalle. I colori che cambiano, per le strade e sulla mia tavola. Improvvisamente l'azzurro fa spazio all'ocra e tutto si tinge delle tonalità della terra, calde e avvolgenti. I sapori diventano più intensi, ritornano le caldarroste e le noci e di conseguenza il forno acceso ed il profumo di pane caldo ai semi o dei biscotti alla cannella pervade di nuovo tutta la casa chiudendo nel fondo di un cassetto i sapori freschi del basilico vibrante e della menta frizzante salutandoli con un "arrivederci alla prossima Estate".


#seguilestagioniottobre
Torna anche questo mese l'iniziativa #seguilestagioni, Io e Anna (aka Ultimissime dal Forno) proseguiamo con questa iniziativa capitanando una squadra di blogger pronte insieme a Noi a divulgare il concetto del rispettare il naturale ciclo vitale delle stagioni: No a Fragole provenienti da forzature di alcun tipo in Dicembre o Melanzane a Gennaio provenienti da chissà dove, Sì a Frutta e Verdura di Stagione. 
In fondo al post, come ogni mese ho preparato un elenco degli alimenti e fioriture di stagione (cercate #seguilestagioni in rete per recuperare tutte le liste della spesa dei mesi scorsi e fatene buon uso!). 
Vi lascio alla ricetta di questo mese...


Polenta grigliata con castagne e quenelle di caprino aromatico.
INGREDIENTI per 4 persone:
250 gr di Farina di Polenta
*Castagne cotte q.b.
100 gr di Caprino
50 gr di Ricotta
Erba cipollina q.b.
Brodo vegetale q.b.
Chicchi di Melagrana q.b.
Olio, Sale e Pepe q.b.
TEMPI DI PREPARAZIONE:
Tempo di lavorazione 20’
Tempo di cottura 15’
Tempo di Riposo 1h
Difficoltà media
Costo a porzione euro 0,80
PREPARAZIONE

*Intro sulla Tecnica di Cottura delle Castagne al Microonde:
Le Castagne che solitamente vengono utilizzate come ingrediente di composizione di una preparazione culinaria (e non da consumare in purezza), devono essere lessate o cotte al vapore. La tecnica di cottura al microonde può rivelarsi una validissima alternativa al vapore o alla bollitura.
Vi basterà incidere le castagne con un coltellino affinché in cottura non scoppiettino, cuocendole in forno a microonde a 900 watt per 12 secondi a frutto (20 castagne cuoceranno in soli 4’).

Portate a bollore tanto brodo vegetale q.b. per la cottura di 250 gr di Polenta (abbiate l’accortezza di leggere le indicazioni di assorbimento del liquido riportate sulla confezione della farina).
Aggiungete la farina di polenta al brodo, mescolate e frustate di continuo dopo il completo assorbimento per circa 3’.
Spegnete il fuoco, se necessario salate e pepate e stendere la polenta in uno strato spesso non più di 3 cm su di una leccarda foderata di carta forno.
Lasciate freddare per 1h.
Intanto tritate l’erba cipollina ed utilizzatela per aromatizzare ricotta e caprino mixati con sale e pepe.
Tagliate la polenta in strisce e farcitela con una quenelle (un cucchiaino) di mix di formaggi, castagne cotte e chicchi di melagrana.



Questa è la "lista della spesa" di  Ottobre e queste sotto le blogger che insieme a me hanno sposato la causa, Noi amiamo rispettare il reale ciclo della stagionalità di frutta e verdura:

Ultimissime dal forno - Anna
La mia casa nel vento  - Mariuccia
Pensieri e pasticci - Simona
GiardiNote - Chiara
Due bionde in cucina - Sabina
Vita da fata ignorante - Silvia
La gallina Rosita - Lucia
Alisa Design, Sew and shabby chic - Annalisa
Lismary’s cottage - Lisa
Coccola Time - Enrica
Coscina di pollo - Susy


Potete trovare #seguilestagioni anche su fb con una pagina dedicata, o su Instagram cercando l'ashtag #seguilestagioni.


Al prossimo racconto commestibile,
A.