Top Social

Slide Show

PRIMAVERA & TERRINE DI COSTE DI BIETOLA AL GRATIN DI PROSCIUTTO E BESCIAMELLA

Primavera sei arrivata, da circa 10 giorni ormai; la città improvvisamente è in fiore. Io finalmente esco dal letargo e torno a sentirmi viva, l'inverno non è affatto la mia stagione, Tu invece sì, da sempre, sin dalla più tenera età mi hai rapita, resti e resterai la stagione del cuore, delle farfalle nello stomaco, della natura che si risveglia.
Al mercato dei contadini ci sono le ultime verdure invernali, adoro le coste di bietole e non ho resistito, mi sono detta che per un buon gratin c'è sempre tempo.
TERRINE DI COSTE DI BIETOLA AL GRATIN DI PROSCIUTTO E BESCIAMELLA
INGREDIENTI per 4 Persone:
400 GR DI COSTE DI BIETOLE
100 GR DI PROSCIUTTO DI PRAGA IN CUBETTI
15 GR DI BURRO
15 GR DI FARINA
150 ML DI LATTE FRESCO INTERO
NOCE MOSCATA Q.B.
OLIO EVO Q.B.
SALE E PEPE
TEMPI DI PREPARAZIONE
TEMPO di lavorazione 15'
TEMPO di cottura 20'
PREPARAZIONE:
PULITE, LAVATE E TAGLIATE IN PARTI DA CM 5 CIRCA LE COSTE DI BIETOLE.
PONETELE IN ABBONDANTE ACQUA SALATA E DALL'EBOLLIZIONE FATE CUOCERE
CIRCA 10'.
SCOLATE ED ASCIUGATE CON DELICATEZZA LE COSTE DI BIETOLA.
CONDITELE CON UN FILO DI OLIO EVO.
A PARTE FONDETE IL BURRO IN UN PENTOLINO ED AGGIUNGETEVI POI LA FARINA TUTTA DI UN COLPO.
FRUSTATE CON UN FRUSTINO A MAGLIE DI SILICONE SINO AD OTTENERE UN FONDO UNIFORME E SENZA GRUMI.
QUANDO IL FONDO SARA' BRUNITO AGGIUNGETE IL LATTE SEMPRE CONTINUANDO A FRUSTARE E PORTATE A COTTURA SINO AD ADDENSAMENTO A FIAMMA BASSA.
SALATE ED AGGIUNGETE UN PZ. DI NOCE MOSCATA.
PRERISCALDATE IL FORNO A 180°C CON MODALITA' VENTILATA.
CONDITE LE COSTE CON 3/4 DELLA BESCIAMELLA PREPARATA ED I DADINI DI PROSCIUTTO.
DISPONETE NELLE COCOTTE E GUARNITE CON LA BESCIAMELLA RESTANTE.
CUOCETE PER 7' CON MODALITA' VENTILATA E PER 3-4' CON MODALITA' GRILL.
Stampa la Ricetta.

*Cocotte LeCreuset.

Buon inizio settimana a Tutti.



CHAMPAGNE CAKE & STORIE DI GIARDINI GENEROSI.

Mancano davvero una manciata di giorni alla Primavera, ma io la sento già forte nell'aria...anche se oggi piove.
Complice il giardinetto della casa nuova, abbandonato per circa 10 anni produce cmq fiori da bulbo stupendi, quelli che avete visto negli ultimi giorni sul mio profilo Ig. Non so come sia possibile, la natura a volte regala meraviglie mozzafiato anche se non curate per un decennio. E' il caso dei fiori da bulbo presenti in giardino, mai messi a dimora, si sono autorigenerati da soli negli anni. Quando la scorsa estate avevamo visto per la primissima volta questa casa non ci eravamo accorti di un bellissimo alberello di Peonia alto circa 180 cm che troneggia all'ingresso, piantato 40 anni fa dalla vecchia proprietaria, era circondato da una folta boscaglia che non lasciava spazio all'immaginazione. Dopo "il disboscamento" sono emersi degli aspetti del giardino che mi hanno lasciata senza fiato...la Peonia, il mio fiore preferito, piantato in molteplici varietà e colori in varie zone, la fa da padrona insieme a Roseti di quasi 50 anni di vita in un tripudio di colori (a detta dell'anziana vicina ottantenne che vive di fianco da 60 anni, estimatrice di piante e fiori e nuova amica di chiacchiere attraverso la recinzione che divide il ns verde dal suo...Le ho già chiesto un paio di volte di venire a prendere un Tè, mi risponde sempre che appena la Peonia sarà sbocciata verrà ad ammirarla da vicino come negli ultimi 40 anni). Forse quando verrà a trovarmi per la prima volta, elegante estimatrice di piante e fiori, le preparerò la Cake allo Champagne, raffinata come Lei, con un tocco appena alcolico che riscalda gli animi, eterea come la sua camicetta di pizzo bianco-sempre inamidata a puntino-e come quegli orecchini di perle che ci accomunano nonostante 50 anni di differenza. Si è accorta che anche Giada porta delle perline ai lobi e mi ha detto che è felice che delle "Signore" siano venute a ridar vita a questa casa disabitata per 10 lunghi anni.
La prima volta che ho preparato questa Cake è stata una rivelazione, non ho mai assaggiato una torta non farcita che catturasse la mia attenzione a tal punto. Un vero colpo di fulmine culinario. Se fosse stata già primavera avrei dato la colpa alle farfalle e alla brezza primaverile che da sempre mi rende più frizzante...ma la verità è che la prima volta in cui l'ho sfornata era pieno inverno e dunque se è riuscita ad ammaliarmi nel gelo invernale vuol dire che questa è davvero la MIA torta.
Ho cmq voluto dare un volto fiorato a questa Cake - non so immaginare una tavola senza fiori, magari con i tovaglioli ecologici ma non senza fiori- utilizzando un meraviglioso stampo a forma di Rosa, prezioso cadeaux dell'azienda Pavoni.

CHAMPAGNE CAKE
INGREDIENTI per una tortiera da cm 22 di diametro:
175 GR DI FARINA
7 GR DI LIEVITO VANIGLIATO PER DOLCI
1 PZ DI SALE
75 GR DI BURRO
150 GR DI ZUCCHERO
90 ML DI CHAMPAGNE
3 ALBUMI
TEMPI DI PREPARAZIONE
TEMPO DI LAVORAZIONE 30'
TEMPO DI COTTURA 30'
TEMPO DI RIPOSO 1H
PREPARAZIONE:
PRERISCALDATE IL FORNO A 175°C CON MODALITA' STATICA (se utilizzata una tortiera metallica imburratela).
CON LE FRUSTE ELETTRICHE LAVORATE BURRO E ZUCCHERO AGGIUNGENDO SUCCESSIVAMENTE LA FARINA SETACCIATA CON IL LIEVITO IN 3 STEP, ALTERNANDO FARINA E CHAMPAGNE.
MONTATE A NEVE GLI ALBUMI CON UN PZ. SALE ED UNITELI AL COMPOSTO CON ESTREMA DELICATEZZA AIUTANDOVI CON UNA SPATOLA DA PASTICCERIA (PER NON SMONTARE IL COMPOSTO LAVORATE IL TUTTO CON MOVIMENTO DALL'ALTO VERSO IL BASSO).
PASSATE IL COMPOSTO NELLA TEGLIA E CUOCETE PER CIRCA 30'.
SFORNATE E LASCIATE FREDDARE SU UNA GRATELLA DA PASTICCERIA PER CIRCA 1H.
Stampa la Ricetta.


A presto!.


CARCIOFI SALTATI ALL'AGLIO CON SALE BIANCO DI SICILIA E PERLE DI ACETO BALSAMICO

Ci sono prodotti di straordinaria eccellenza capaci di trasformare in piatti stellati i più umili ingredienti. E' il caso dei prodotti dell'Acetaia Giuseppe Giusti di Modena, fondata nel 1605 - il più antico produttore di Aceto Balsamico di Modena IGP - balsamici lungamente invecchiati in botti secolari di famiglia di cui Vi ho parlato più e più volte in questi anni. Oggi, dalla secolare tradizione Giusti nasce il Sale Bianco di Sicilia con Aceto Balsamico di Modena IGP, un sale naturale puro al 100%, prodotto nelle storiche e rinomate saline siciliane ed aromatizzato con l'aggiunta di prezioso Aceto Balsamico. Il risultato è un sale di straordinaria qualità, con un'avvolgente complessità conferita dall'unione dell'ottimo Balsamico Giusti invecchiato in botti risalenti all'800 e al '900.
Oggi però nasce anche un prodotto che trovo di una raffinatezza unica, la nuova forma del balsamico: le PERLE di Aceto Balsamico di Modena IGP Giuseppe Giusti. L'equilibrio fra gli elementi dona nuova forma al Balsamico, sfere perfette conservano tutte le straordinarie qualità dell'Oro Nero di Modena creando al tempo stesso nuove ed illimitate possibilità creative per chi vuole dare un tocco di classe ad ogni suo piatto. Grazie all'innovativo metodo di sferificazione Giusti regala un Perla di Balsamico dalla piacevole consistenza al palato che si mantiene perfettamente integra anche su pietanze calde.
Con condimenti così pregevoli ed eccellenti potrei portare dei semplici carciofi al cospetto di una corte reale. Sofisticati e ricercati sanno conferire un tocco d'eleganza anche ad un ortaggio umile come il carciofo. E' un po' come la storia d'amore tra la Bella e la Bestia - Lei signorile ed elegante, Lui dal temperamento spinoso - non c'è ingrediente capace di resistere al fascino di una così alta qualità.
CARCIOFI SALTATI ALL'AGLIO CON SALE BIANCO DI SICILIA E PERLE DI ACETO BALSAMICO.
INGREDIENTI PER 2 PERSONE:
2 Carciofi
1 Spicchio d'Aglio in Camicia
4 Cucchiai di Olio evo
Sale Bianco di Sicilia al Balsamico
Perle di Aceto Balsamico di Modena IGP.
TEMPI DI PREPARAZIONE:
Tempo di Lavorazione 15'
Tempo di Cottura 15'
PREPARAZIONE:
Priva i carciofi dalle foglie esterne più coriacee e taglia tutte le punte superiori.
Dividi il carciofo prima a metà nel senso della lunghezza e se necessario elimina la "barbetta" centrale in prossimità del cuore aiutandoti con un coltellino.
Riduci i carciofi in fette sottili ed immergili in acqua fredda.
Scalda l'olio con l'aglio leggermente schiacciato e quando quest'ultimo sarà brunito eliminalo ed aggiungi i carciofi scolati.
Insaporisci i carciofi con il Sale Bianco di Sicilia al Balsamico e saltali in padella a fiamma medio-alta per circa 3-4'.
Aggiungi poi 200 ml di Acqua a T.A. e continua la cottura per ulteriori 10'-13' o sino a quando i carciofi non risulteranno cedevoli e l'acqua di cottura sarà evaporata.
Servi i carciofi ancora caldi conditi con perle di Aceto Balsamico.
Stampa la Ricetta.

*Un Ringraziamento Speciale all'Acetaia Giuseppe Giusti per la rinnovata fiducia.