Top Social

Slide Show

CREMA DI ZUCCA e PATATE con RICOTTA di PECORA e CORIANDOLO

C'era una volta una Ragazza che di catalogazione fotografica informatica ci capiva davvero poco, quasi nulla aggiungerei (ad onor del vero ecco)...una di quelle che scatta millanta foto al giorno, che viene scambiata per pazza dai vicini perchè agli orari meno probabili gironzola nel suo giardinetto con la reflex al collo e piatti di pasta, arrosti e frittate in mano alla ricerca della luce giusta. Insomma, questo improbabile personaggio la settimana scorsa "convinta" di poter far pulizia informatica nel suo vecchio pc datato 2008, cercò di spostare nel cestino una cartella contenente migliaia di scatti food (tanti ancora inediti) anno 2003/2004...si era detta che siccome tutte quelle foto erano visibili anche nella raccolta di Windows Foto non c'era bisogno di intasare il pc con dei doppioni...
e fin quì il ragionamento fila tutto...
se non fosse però che la realtà è ben diversa da quelle sue supposizioni e la verità è che i file originali a sua insaputa sono tutti in quella cartella che vuole cancellare - è ignara del fatto che la raccolta di Windows Foto non è altro che un mezzo che espone le foto in anteprima...e dire che in quasi 3 anni in rete, quasi 2 di rubrica su Vivere Country e 3 numeri di Cucina Semplice la suddetta aveva sempre attinto all'archivio fotografico mediante la raccolta di Windows Foto ignorando totalmente l'esistenza della CARTELLA INCRIMINATA (è proprio il caso di dire che non si finisce mai di imparare...luogo comune? evidentemente NO!).
Ma torniamo al racconto, allora, dicevo, alla stramba ragazza mentre cercò di spostare la cartella nel cestino apparve una scritta sul monitor: "cartella troppo grande da spostare nel cestino, preferisci eliminarla definitivamente?". 
Cosa pensate abbia fatto la ragazza? Incurante del pericolo e sprezzante della tempesta che stava per travolgerla cliccò "OK". Iniziò ad avere qualche dubbio sulla frittata fatta solo quando in procinto di eliminazione apparve una sorta di misterioso diagramma sulla schermata del desktop che procedeva lentamente nella cancellazione di 25,7 kb di foto...pensò immediatamente che ci fosse qualcosa che non le tornava e prima del termine dell'eliminazione della cartella cliccò ANNULLA. 
A nulla però valse quella riflessione tardiva. 
La tempesta l'aveva inghiottiva: aprendo la raccolta di Windows Foto vide solo migliaia di piccole anteprime ma la fonte risultava essersi cancellata o finita in un percorso non disponibile...si erano salvate solo le foto con data successiva al 5 gennaio 2015 ma tutto il materiale 2013-2014 che fine aveva fatto?. 
L'Ansia più totale dilagò, la ragazza decise di chiedere aiuto alle sue Amiche e Lettrici di fb e queste con affetto e partecipazione intervennero numerose...
se non fosse che appena lanciato l'appello, dalla redazione di "Cucina Semplice" inviarono le bozze del terzo numero da controllare e la stramba Ragazza finì di aggravare la propria posizione scaricando sul pc i pdf delle bozze...
solo dopo qualche istante su fb un'Amica le disse di non utilizzare il PC finchè non avesse recuperato le foto - se avesse scaricato dei contenuti rischiava di sovrascrivere le immagini cancellate.
L'Ansia si trasformò immediatamente in Angoscia, due anni di lavoro gettati via al vento. 
Il pc venne messo in standby e controllato dal tecnico informatico solo al martedì successivo. 
Inutile dire che da giovedì pomeriggio a martedì sera la Ragazza visse con mille rimorsi, fece giuramenti di ogni tipo sul come si sarebbe comportata in futuro in materia di cancellazione di file del pc, fece qualche incubo, recitò il Rosario ed accese un cero al Santo protettore delle sventurate informatiche chiedendogli la Grazia.
Cucinò e fotografò senza ovviamente scaricare le foto. 
Si concesse una CREMA DI ZUCCA e PATATE con RICOTTA di PECORA SARDA, CORIANDOLO e MIX CREOLO di PEPI come confort-food...ma nulla, niente riuscì a consolarla. 
Solo martedì nel tardo pomeriggio, quando il tecnico le telefonò dicendole che per ogni sessione fotografica scattata negli ultimi 2 anni in media 4 foto erano andate sovrascritte ma che circa una quindicina per shooting erano salve, la ragazza pasticciona tirò forte un sospiro di sollievo e sentì scampato (...o quasi) il DISASTRO INFORMATICO!.


*Un ringraziamento speciale va a Tutte le amiche e lettrici fb che sono corse in soccorso con un incoraggiamento morale o preziosi consigli tecnici:
ANGELA PICCOLO, ALESSIA FARRIS, MARA CAUMO, ROSANNA ZUPPARDO, ANTONELLA MARMO, SONIA ANTONACI, CLAUDIA FALCONE, ROSA FIORINO, ERIKA CREATOCONCUORE, MICHELA BALSAMO, MANUELA LOMONACO, ADRIALISA FERRANTI, MARIA MARTINO, CARLA CIANCI, CARLA ARZU, STEFANIA BIRTI, GILDA PAOLUCCI, SABRINA MAREDDU, ANNA MARIA SCIUTTO, DORA SIGHEL, DONATELLA SIMEONE, VIVIANA TARANTINO, CHIARA PEREGO, SIMONETTA CHIARUGI E SERENA REGGIANI....Grazie di cuore a Tutte.

CREMA DI ZUCCA e PATATE con RICOTTA di PECORA SARDA e CORIANDOLO
INGREDIENTI PER 4 PERSONE:
250 gr di Zucca Mantovana
500 gr di Patate
1 Scalogno
150 gr di Ricotta di Pecora
Coriandolo fresco q.b.
750 ml di Brodo vegetale già salato
Mix Creolo di Pepi
TEMPI DI PREPARAZIONE
TEMPO DI REALIZZAZIONE TOT. 40'
TEMPO DI COTTURA 30'
PREPARAZIONE:
Riscaldate il brodo.
Pulite la zucca,lo scalogno e le patate e tagliateli in tocchetti.
Tuffate i tocchetti di zucca, scalogno e patate nel brodo caldo e dall'ebollizione fate cuocere per 30' a fiamma moderata con coperchio.
Con un mixer ad immersione frullate il tutto sino a renderlo cremoso.
Amalgamate la ricotta.
Tritate finemente il Coriandolo e spolverizzatelo sulla crema insieme al mix creolo di pepe macinato fresco.
Stampa la Ricetta.

**Varianti: Se Volete rendere ancora più Golosa la Vs Crema o magari semplicemente non gradite il sapore "forte" di pecora provate a sostituire la ricotta di pecora sarda con della Stracciatella. Certo, un tantino più calorica, ma se siete quì e state leggendo la ricetta probabilmente non siete Tipi da calcolo maniacale delle calorie!.