Top Social

DALL’ANTIPASTO AL DOLCE IN 45’ [PER LA VIGILIA DI NATALE E NON…]

|

…succede sempre così, la Vigilia arriva e Tu non sei preparata, non del tutto almeno. 
A grandi linee hai messo giù un po’ di idee, ma se hai una Tua famiglia (nella quale sei il pilastro portante intendo), lavori a tempo pieno sino all’ultimo giorno prima di Natale e magari hai anche un paio di pargoli in età dai 3 ai 10 anni intenti in recite scolastiche, saggi di danza e spettacoli di canto in parrocchia, rischi di arrivare sul serio al giorno della Vigilia avendo solo un vago ricordo di un qualche menù abbozzato 6 settimane prima mentre eri in fila alla posta durante la pausa pranzo, trascritto su di un taccuino che puntualmente all’occorrenza è stato inghiottito dai meandri della Tua borsa (il che è più scoraggiante dell’averlo gettato nelle sabbie mobili)…tutto d’un tratto Ti ritrovi non solo senza aver programmato una piega ai capelli ed una manicure ma neppure senza idee per la Cena della Vigilia.

A 48h dall’arrivo delle persone che hai invitato con mesi d’anticipo (“tanto poi il tempo di pensare al menù c’è” Ti sei detta), Ti ritrovi a dire a Tuo marito/compagno/fidanzato: “Amore, allora cosa prepariamo per la cena di dopodomani?”
…Lui Ti fisserà per 10 secondi senza dir nulla mentre penserà che basta che si mangi, una cosa vale l'altra e FIDATI, lo penserà! Ma si vedrà bene dal dirlo per non scatenare una bufera pre-natalizia e allora con tono pacato e con un sorriso stampato sul volto risponderà: “Tesoro, fai Tu, Tu non sbagli mai”…ed il tutto si chiuderà con una serie di sorrisi anche se dentro di Te Donna, sai che la Sua era una risposta diplomatica, come ben sai che anche la Tua domanda lo era, non gli avresti mai concesso di decidere cosa portare in tavola quando gli ospiti saranno i suoi colleghi di lavoro con relative compagne con tacco 12!

Nonostante le mille wishlists ed acquisti vari -mai finalizzati alla cena della Vigilia- arrivare impreparate o cmq non del tutto coscienti di quante ore di lavoro ci aspetterranno per replicare lo storico cenone di Ns Madre è UN CLASSICO. 
Penserai che è arrivato il momento della Tua rivalsa e che se Tua Madre lo ha preparato per tanti anni potrai farlo anche Tu, così Ti lancerai in quella che potrebbe rivelarsi sul serio una Mission Impossible. 
Il fatto è che non sei a conoscenza dei retroscena, ignori che Tua Madre del Sud Italia per 30 anni ha messo a bagna lo stoccafisso sotto sale con una settimana d’anticipo o che Tua Madre del Nord Italia ha preparato i Cappelletti a rate a partire dai primi di Dicembre!
Te lo dico da Amica, meglio desistere se non Vuoi che passi agli annali di famiglia il Tuo stoccafisso salato e duro come il marmo perché ammollato per soli 15’ ed i Tuoi 2 cappelletti in croce a commensale perché non sapevi che il ripieno di brasato deve cuocere ore e ore (lo hai appreso alle 17:00 durante una telefonata di spionaggio fatta con nonchalance alla Mamma) e sei arrivata all’ora di cena avendo chiuso solo 12 cappelletti…insomma, prima di avventurarti ricorda che potresti esser oggetto di racconto per secoli!. 

Facciamo così: Ti aiuto Io!

  • Tartufi di Caprino al Pistacchio e Paprika dolce
  • Risotto allo Spumante, Brie, Melagrana e Caviale
  • Dorso di Salmone ai Capperi e Cipolline
  • Charlotte al cucchiaio con mousseline dolce alle meringhe
Sono le Ricette che fanno proprio al caso Tuo!

A me, complicarmi la vita in cucina proprio non piace, ho così tanto a cui pensare e sono sicura che anche Tu vuoi far bella figura su più fronti e non solo su quello culinario fine a se stesso. In quest’ultimo campo, l’esperienza mi insegna che la semplicità coniugata a materie prime d’eccellenza, paga sempre. 

Vai pure dal Parrucchiere e a farti fare la Manicure, ma mi raccomando, almeno ricordati di ordinare il pesce fresco in pescheria!. Il resto della spesa puoi farlo con giorni d’anticipo e dopo esserti fatta bella, potrai tornare a casa e preparare il tutto in 45’...un’apparecchiatura lussureggiante, bollicine alla giusta temperatura e candele accese completeranno il tutto…e finalmente questo Natale sarai radiosa (con i capelli in ordine!) e le invitate si chiederanno come hai fatto ad organizzare la cena, con 2 figli piccoli ed una manicure impeccabile!

Tartufi di Caprino al Pistacchio e Paprika dolce
INGREDIENTI per 4 persone:
4 caprini
Pistacchi tostati e tritati q.b.
Paprika dolce q.b.
Sale e Pepe bianco q.b.
Pirottini di carta dimensioni mini
TEMPI DI PREPARAZIONE:
Tempo di lavorazione 15’
Difficoltà bassa
Costo a porzione euro 1,30
PREPARAZIONE:
Lavorate i caprini con un pz. di sale, pepe bianco e la granella di pistacchi.
Suddividete l’impasto in 16 mini porzioni ed appollottolatele dandogli forma sferica.
Rotolatele nella paprika panandole alla perfezione e riponete in pirottini di carta.

*Consiglio:
Se volete preparare con largo anticipo i Tartufi abbiate l’accortezza di non riporli nei pirottini che potrebbero inumidirsi, disponeteli invece su di un vassoio da portata e conservateli in frigo anche per 2 gg.

Risotto allo Spumante, Brie, Melagrana e Caviale
INGREDIENTI per 4 persone:
360 gr di Riso
720 ml di Brodo vegetale caldo
120 ml di Spumante brut
150 gr di formaggio brie
Chicchi di Melagrana q.b.
Caviale q.b.
1 Cipollotto fresco
20 gr di Burro
Sale, Pepe bianco ed Olio evo q.b.
TEMPI DI PREPARAZIONE:
Tempo di lavorazione 10’
Tempo di cottura 18’
Difficoltà bassa
Costo a porzione euro 1,90
PREPARAZIONE:
Tritate sottilmente il cipollotto e fate fondere il burro in un tegame insieme ad un filo d’olio.
Quando il burro sarà fuso aggiungete il cipollotto e fatelo stufare e fiamma bassa.
Aggiungete poi il riso, fatelo tostare per 1 minuto circa e poi bagnate con lo spumante alzando la fiamma.
Quando lo spumante sarà evaporato aggiungete gradatamente il brodo ben caldo rabboccandone di nuovo solo quando il riso risulterà asciutto.
Procedete sino a cottura ultimata del riso.
A fine cottura necessario salate e pepate; con il tegame lontano dal fuoco, mantecate con formaggio brie privato di croste e ridotto in dadini ed addizionate di qualche chicco di melagrana.
Servite subito ben caldo guarnendo con chicchi di melagrana e caviale.

Dorso di Salmone ai Capperi e Cipolline
INGREDIENTI per 4 persone:
4 tranci di Dorso di Salmone del pesco di circa 150 gr cad (al netto degli scarti)
4 cucchiai di Capperi dissalati
2 Spicchi d’Aglio
Teste di 1 limone non trattato
Cipolline sott’aceto q.b.
Erba cipollina q.b.
Sale nero e Pepe rosa q.b.
Olio evo q.b.
TEMPI DI PREPARAZIONE:
Tempo di lavorazione 5’
Tempo di cottura 10’
Difficoltà bassa
Costo a porzione euro 3,20
PREPARAZIONE:
Private il salmone della pelle con un coltello a lama affilata o eventualmente chiedete al Vs pescivendolo di fiducia di farlo. Ponete in un’ampia padella antiaderente un filo d’olio, gli spicchi d’aglio in camicia, i capperi e le cipolline ben scolate. Fate scaldare il tutto e quando l’aglio sarà dorato eliminatelo.
Aggiungete dunque i salmone e fatelo cuocere per max 5’ per lato rigirandolo con delicatezza a metà cottura.
Servite ben caldo aromatizzando con sale nero, pepe rosa ed erba cipollina sminuzzata.

Charlotte al cucchiaio con mousseline dolce alle meringhe
INGREDIENTI per 4 persone:
8 Savoiardi artigianali
4 meringhe di medie dimensioni
Ribes Rossi q.b.
125 gr di burro a temperatura ambiente
La polpa di 1 baccello di vaniglia
250 ml di latte intero
2 tuorli d’uovo
75 gr di zucchero semolato
25 gr di maizena
TEMPI DI PREPARAZIONE:
Tempo di lavorazione 10’
Tempo di cottura 8’
Difficoltà bassa
Costo a porzione euro 1,00
PREPARAZIONE:
Versate il latte in una casseruola dal fondo spesso, aggiungete la vaniglia e scaldate finché non inizierà a sobbollire.
Spegnete il fuoco e coprite con un coperchio.
Nel frattempo con le fruste elettriche, sbattete i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere un composto omogeneo, aggiungete quindi la maizena e continuate a frustare.
Versate un terzo del latte sul composto di uova e mescolate a mano con una frusta, dopodiché versate il tutto nella casseruola con il latte aromatizzato e portate ad ebollizione sempre mescolando con la frusta.
Quando la crema si sarà addensata, toglietela dal fuoco e lasciatela riposare per una decina di minuti.
Nella crema calda (ma non bollente) incorporate metà del burro e mescolate sin quando il burro sarà fuso e ben amalgamato.
Quando la crema sarà a temperatura ambiente, aggiungete l’altra metà del burro e mescolate energicamente con una frusta per emulsionare bene.
Suddividete oggi savoiardo in 2 parti e foderate dei bicchieri tambler.
Adagiate sul fondo dei ribes e poca meringa sbriciolata.
Aggiungete al centro dei savoiardi la crema mousseline e sbriciolatevi sopra le restanti meringhe.
Guarnite con ribes.


Vi saluto Tutte e Vi do appuntamento alla Vigilia di Natale, con un dolce espresso che potrete utilizzare per il pranzo del giorno di Natale, quando si è ancora un po' "stravolti" dalla serata precedente e si hanno i minuti contati per mettere in tavola il pranzo, o perché no, se a Natale siete fuori a pranzo e nel pomeriggio volete organizzare un Tea Party e non Vi va di trascorrere delle ore a decorare biscotti...curiose? Vi aspetto qui il giorno della Vigilia!
A.