Top Social

CHAMPAGNE CAKE & STORIE DI GIARDINI GENEROSI.

|
Mancano davvero una manciata di giorni alla Primavera, ma io la sento già forte nell'aria...anche se oggi piove.
Complice il giardinetto della casa nuova, abbandonato per circa 10 anni produce cmq fiori da bulbo stupendi, quelli che avete visto negli ultimi giorni sul mio profilo Ig. Non so come sia possibile, la natura a volte regala meraviglie mozzafiato anche se non curate per un decennio. E' il caso dei fiori da bulbo presenti in giardino, mai messi a dimora, si sono autorigenerati da soli negli anni. Quando la scorsa estate avevamo visto per la primissima volta questa casa non ci eravamo accorti di un bellissimo alberello di Peonia alto circa 180 cm che troneggia all'ingresso, piantato 40 anni fa dalla vecchia proprietaria, era circondato da una folta boscaglia che non lasciava spazio all'immaginazione. Dopo "il disboscamento" sono emersi degli aspetti del giardino che mi hanno lasciata senza fiato...la Peonia, il mio fiore preferito, piantato in molteplici varietà e colori in varie zone, la fa da padrona insieme a Roseti di quasi 50 anni di vita in un tripudio di colori (a detta dell'anziana vicina ottantenne che vive di fianco da 60 anni, estimatrice di piante e fiori e nuova amica di chiacchiere attraverso la recinzione che divide il ns verde dal suo...Le ho già chiesto un paio di volte di venire a prendere un Tè, mi risponde sempre che appena la Peonia sarà sbocciata verrà ad ammirarla da vicino come negli ultimi 40 anni). Forse quando verrà a trovarmi per la prima volta, elegante estimatrice di piante e fiori, le preparerò la Cake allo Champagne, raffinata come Lei, con un tocco appena alcolico che riscalda gli animi, eterea come la sua camicetta di pizzo bianco-sempre inamidata a puntino-e come quegli orecchini di perle che ci accomunano nonostante 50 anni di differenza. Si è accorta che anche Giada porta delle perline ai lobi e mi ha detto che è felice che delle "Signore" siano venute a ridar vita a questa casa disabitata per 10 lunghi anni.
La prima volta che ho preparato questa Cake è stata una rivelazione, non ho mai assaggiato una torta non farcita che catturasse la mia attenzione a tal punto. Un vero colpo di fulmine culinario. Se fosse stata già primavera avrei dato la colpa alle farfalle e alla brezza primaverile che da sempre mi rende più frizzante...ma la verità è che la prima volta in cui l'ho sfornata era pieno inverno e dunque se è riuscita ad ammaliarmi nel gelo invernale vuol dire che questa è davvero la MIA torta.
Ho cmq voluto dare un volto fiorato a questa Cake - non so immaginare una tavola senza fiori, magari con i tovaglioli ecologici ma non senza fiori- utilizzando un meraviglioso stampo a forma di Rosa, prezioso cadeaux dell'azienda Pavoni.

CHAMPAGNE CAKE
INGREDIENTI per una tortiera da cm 22 di diametro:
175 GR DI FARINA
7 GR DI LIEVITO VANIGLIATO PER DOLCI
1 PZ DI SALE
75 GR DI BURRO
150 GR DI ZUCCHERO
90 ML DI CHAMPAGNE
3 ALBUMI
TEMPI DI PREPARAZIONE
TEMPO DI LAVORAZIONE 30'
TEMPO DI COTTURA 30'
TEMPO DI RIPOSO 1H
PREPARAZIONE:
PRERISCALDATE IL FORNO A 175°C CON MODALITA' STATICA (se utilizzata una tortiera metallica imburratela).
CON LE FRUSTE ELETTRICHE LAVORATE BURRO E ZUCCHERO AGGIUNGENDO SUCCESSIVAMENTE LA FARINA SETACCIATA CON IL LIEVITO IN 3 STEP, ALTERNANDO FARINA E CHAMPAGNE.
MONTATE A NEVE GLI ALBUMI CON UN PZ. SALE ED UNITELI AL COMPOSTO CON ESTREMA DELICATEZZA AIUTANDOVI CON UNA SPATOLA DA PASTICCERIA (PER NON SMONTARE IL COMPOSTO LAVORATE IL TUTTO CON MOVIMENTO DALL'ALTO VERSO IL BASSO).
PASSATE IL COMPOSTO NELLA TEGLIA E CUOCETE PER CIRCA 30'.
SFORNATE E LASCIATE FREDDARE SU UNA GRATELLA DA PASTICCERIA PER CIRCA 1H.
Stampa la Ricetta.


A presto!.


3 commenti on "CHAMPAGNE CAKE & STORIE DI GIARDINI GENEROSI."
  1. Che meraviglia! Aspetto con ansia tantissime foto della tua nuova casa e del tuo giardino!
    un abbraccio ♥

    RispondiElimina
  2. Ciao, ma che bella idea questa torta allo Champagne. Ti è venuta benissimo.
    Non la si può che accompagnare a un bel flute pieno di bollicine...
    Complimenti!

    RispondiElimina
  3. ma c'è davvero lo champagne! che lusso! e che buona!
    un grande abbraccio
    amelie

    RispondiElimina