Top Social

POLLO ARROSTO AL LIMONE & STORIE DI UNA PROVETTA INFERMIERA

|
Ho sempre avuto un'avversità recondita per la classe medica. E non per qualche trauma infantile, anzi. Il mio medico da bambina, il Dott. Marzano era gentile e simpatico, era il medico di famiglia dai tempi della Nonna Lillina ed ho un ricordo ottimo di Lui. "L'orticaria da Medico", da altro Medico oltre al mio, quella ce l'ho sempre avuta però, insieme alla paura degli aghi e di tutto ciò che è chirurgico, ed oggi quando ancora a 32 anni faccio storie per fare una visita medica stento a credere d'aver dato alla luce due figli.
In ogni modo, scherzo del destino vuole che in quest'ultimo periodo, causa problemi alla schiena di Antonio, per necessità mi sono dovuta improvvisare Infermiera di mio marito...tra le righe: lui dice che detta così - INFERMIERA DI MIO MARITO - fa un po' ridere ed è allusivo...ma forse è allusivo solo per Lui in quanto uomo/maschio! Trovo invece che non ci sia niente di divertente in tutta questa storia visto che mi sono dovuta improvvisare addetta alle Iniezioni :( 
Di preparazione c'è stato un summit telefonico con mia mamma che da oltre 600 km di distanza ha tentato di spiegarmi come fare. Ora, detto tra noi, pensate che una telefonata possa servire? Decisamente no. 
E dunque, dopo aver fatto un po' di ricerche in rete ed un  intenso training autogeno per sconfiggere la paura dell'ago mi sono detta che forse la teoria in certe cose conta relativamente e che la miglior scuola è sul campo.
Ho quindi detto a mio marito: "Calati i Pantaloni" (...anche questa non è allusiva giuro...) e così tutto d'un fiato gli ho fatto la prima iniezione.
Lui: "Già fatto? Non ho sentito nulla"...
Uffh sospiro di sollievo per entrambi! 

Ad oggi ho perso il conto di quante iniezioni gli abbia fatto nell'ultimo periodo, fatto sta che ormai inietto ad occhi chiusi!

E fu così che ad amalgamare con delicatezza i composti soffiati in cucina mi venne il "tocco leggero"! Ritornato utile in svariati campi!.
Succede che poi dopo le iniezioni al marito gli vien fame ed un buon POLLO ARROSTO AL LIMONE è proprio quello che ci vuole!

POLLO ARROSTO AL LIMONE
INGREDIENTI:
1 Pollo intero aperto a metà di 1,200 gr
1 Limone bio
4 Patate medie
Olio e.v.o
Sale e Pepe q.b
Salvia e Rosmarino q.b
TEMPI DI PREPARAZIONE:
TEMPO DI REALIZZAZIONE TOT. 2h
TEMPO DI COTTURA 1h
PREPARAZIONE:
Pulite e fiammeggiate il pollo (se necessario).
Marinatelo in acqua e succo di Limone per 1h.
Intanto pelate le patate e tagliatele in spicchi.
Salatele, pepatele ed irroratele con poco olio e.v.o.
Preriscaldate il forno a 200°.
Sciacquate ed asciugate il pollo, salatelo e pepatelo, oleatelo e ponetelo in una teglia foderata di carta forno contornato dalle patate.
Tritate grossolanamente le aromatiche e disponetele sul pollo.
Cuocete in forno statico per 1 h circa.
Se le patate risulteranno abbrustolite prima del pollo, copritele con carta alluminio e continuate la cottura della carne. 

E' un pollo semplice ma saporito che piacerà di sicuro a tutti, iniezioni a parte!

A presto


17 commenti on "POLLO ARROSTO AL LIMONE & STORIE DI UNA PROVETTA INFERMIERA"
  1. Cara Antonella, mi piace leggerti e sperimentare i tuoi piatti... avevo voglia di avere una blogger che parlasse di cucina e tu , sei la preferita .. le foto che scatti ai piatti invitano a provarci anche se i risultati non sempre eguagliano i tuoi... vorrei un consiglio per l'acquisto di un forno nuovo, senza troppe pretese ... mi puoi aiutare nella scelta??? grazie mcarla

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao MCarla, sei davvero tanto gentile! e se a Te piace leggermi a me riempiono di gioia i commenti come i Tuoi! Dai in merito all'eguagliarmi, vedrai che pian pianino con impegno ci riuscirai, nulla è impossibile è il mio motto!
      In merito invece al forno, senza dubbio Ti consiglio un forno che sia anche ventilato in modo da poter cuocere alla perfezione anche la carne. Di norma per i dolci, i lievitati e gli arrosti sui quali voglio la crosticina utilizzo la funzione classica statica che si trova su ogni genere di forno anche il meno tecnologico. Anche se come Ti dicevo prima la funzione ventilata è da non sottovalutare. Ora, anche non volendo prendere un forno supertecnologico, a buon mercato un ventilato lo trovi. Prova a dare un occhio su trovaprezzi digitando forno ventilato, vedrai che te ne verranno fuori una miriade. Quello che posso consigliarti sicuramente è di badare poco al marchio bensì di badare alle prestazioni. Certo se puoi opta per un marchio Italiano (io ad esempio per la cucina della casa nuova ho preso due pirolitici di smeg che trovo un marchio che ha un buon rapporto qualità-prezzo con ottime prestazioni e garanzia di prodotto 100% made in Italy).
      Ah dimenticavo, oltre al ventilato trova un forno che arrivi almeno a 250°C così ti verranno un pane ed una pizza davvero ottimi!
      Spero di esserti stata d'aiuto e resto a disposizione per ulteriori ed eventuali.
      Un saluto
      Antonella

      Elimina
    2. Grazie grazie di cuore per la tua tempestiva risposta.... e per i consigli veramente utili...sicuramente comprerò la smeg .. ti auguro ogni bene e che i tuoi sogni diventino realtà... un bacio mcarla

      Elimina
    3. "Ti Auguro ogni bene e che i Tuoi sogni diventino realtà" l'augurio più grande e bello Tu potessi farmi. Grazie di cuore.
      A.

      Elimina
  2. Io le odio le iniezioni ma essendo incapace di ingoiare grosse capsule a volte mi toccano, certo è che se avessi nel forno un pollo simile, mi passerebbe il dolore in un baleno....al limone, poi, dico la verità, non l'ho mai assaggiato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una Fetta di Paradiso quanto Ti capisco, anch'io non riesco ad ingoiare grosse capsule :( ...povere noi!
      E per il pollo al limone allora devi correre subito ai ripari!

      Elimina
  3. noooo io ho troppa paura. Ti dirò, avendo anche io problemi alla schiena ne ho fatte un sacco, ma non mi pesa farmele fare...ho il terrore di farle agli altri per combinare chissà cosa....
    preferisco il pollo, oh yesssssss
    un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Simo invece a me è passato il terrore di farle ma quello di "riceverle" resta inalterato!!!!!
      Un Abbraccio anche a Te Cara.

      Elimina
  4. beh sei stata bravissima!!! io quando mio marito ha avuto la polmonite ho fatto venire suo fratello che stava a 500 km di distanza e l'ho fatto stare a casa mia per 2 settimane a fargli le punture...da sola non ce l'avrei mai fatta!!! Quindi brava tu e buonissimo il tuo pollo!! un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chiara come direbbe mia madre: di necessità virtù!... E poi tu sei stata sicuramente più fortunata di me perché mia madre (Rambo-Girls!) non mi avrebbe mai assecondata al fine di spronarmi... Conosco i miei polli, giusto per restare in tema!!!
      Un bacio anche a te.

      Elimina
  5. Niente male!! Non credo che ci sarei riuscita!! Anche io ho un po' il blocco.. Sono terrorizzata da ospedali, dottori, sangue...
    Complimenti per il coraggio e per la ricetta!!!

    un abbraccio
    Sara
    This is Sara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...eh invece credo che se mai ti ritrovassi con le spalle al muro nella situazione di doverti 'piegare per forza' il blocco passerebbe anche a te!
      Un abbraccio anche a te!

      Elimina
  6. Brava Antonella, sei coraggiosissima! vorrei anche io un po' della tua temerarietà.
    Intanto mi gusto questo pollo profumatissimo
    amelie

    RispondiElimina
  7. Amelie io sono l'antitesi del coraggio! Sta volta per necessità sono stata "costretta" ad essere coraggiosa, ma di norma non lo sono affatto! Temeraria poi, questa devo dirla a mio marito la procedura volta che mi propone un giro in barca ed io fifona come sono comincio ad elencargli tutto ciò che ci potrebbe succedere se ci fosse cattivo tempo improvviso-temporale-tsunami!!!!!!

    RispondiElimina
  8. Una stupenda preparazione semplice e che trova sempre il suo posto in tavola!!!

    RispondiElimina
  9. Esatto Mila! A chi non piace il pollo con le patate!

    RispondiElimina
  10. ahaha io uguale pensa sento male io solo a guardare chi fa iniezioni! però ultimamente ne ho dovute fare parecchie sia a mia mamma che papà sempre per la schiena :( :( bellissimo questo pollo mette fame solo a guardarlo ^_^

    RispondiElimina