Top Social

SOUPE à l'OIGNON

|

Come ogni ultimo martedì del mese eccomi qui, con la mia rubrica di cucina francese "MA Cuisine Française" in collaborazione con LeCreuset...ed è proprio con LeCreuset (finalmente posso dirvelo ufficialmente) che ho firmato un contratto per un'importante collaborazione riguardante la Cucina della Tradizione Italiana, sono stata scelta insieme ad un'altra foodblogger (2 in tutta italia) per preparare 15 ricette fotografiche che andranno sul sito di LeCreuset, tortellini, gnocchi e sfoglie tirate a mattarello proprio come si faceva una volta. Ma per una campana d'origine ed emiliana d'adozione come me, Pizza e tortellini sono all'ordine del giorno! Inutile dirVi quanto mi senta onorata di questa scelta.
Ma torniamo a "MA Cuisine Française"...mi piace questa rubrica, forse perchè rende la cucina Francese meno snob, forse perchè varca le distanze e porta un pezzettino di quella Parigi che tanto amo in casa mia ed in questo mio angolo virtuale. Io dalla mia cerco di reinterpretarla con semplicità e volutamente scelgo piatti un po' rustici, quei piatti che sono così come li vedi. Senza trucco e senza inganno. Niente ingredienti sofisticati e difficili da reperire, tanto che oggi Vi propongo la classica zuppa di cipolle alle francese: Soupe à l'Oignon. Questa era la zuppa preferita dei facchini del mercato parigino di Les Halles ed anche se negli anni '60 quel mercato fu spostato, ancora oggi nei ristoranti del posto servono la zuppa di cipolle. Fonte d'ispirazione per questa ricetta (anche se poi come sempre ho un po' rivisitato alla mia maniera, perchè ogni piatto che cucino deve cmq essere un po' mio) è stato il libro "Zuppe Fumanti" edito in Italia da Luxury Books. 


Ingredienti per 6 Cocotte da 10 cm di diametro (le mie sono di LeCreuset):

1 kg di Cipolle affettate finemente, 12 fette di Pane spesse circa 2 cm, 125 gr di Groviera Grattugiato, 1 lt di Brodo Caldo di Carne o Pollo, 50 gr di Burro, 1 cucchiaio di olio e.v.o, 50 gr di Farina, 1 Spicchio d'Aglio, Sale fino q.b, Pepe Nero.

Preparazione:
Mettete il burro e l'olio a fondere in un'ampia casseruola. Quando sarà sciolto aggiungete le cipolle e 2 cucchiaini rasi di sale, mescolate accuratamente. Cuocete a fiamma bassa e senza coperchio per 30'. Cospargete le cipolle di farina setacciata e mescolate energicamente per qualche minuto affinchè non rimangano tracce di farina o grumi. Versate 1 o 2 mestoli di brodo caldo sulle cipolle, mescolate bene ed aggiungete il brodo restante. Fate sobbollire semicoperto a fiamma medio-bassa per altri 20-30'. Al termine salate se necessario e pepate a piacere. 
Nel frattempo preriscaldate il forno a 160°C e tostate il pane per 15'. Estraetelo dal forno e facendo attenzione a non bruciarvi strofinatelo "leggermente" con l'aglio. Rimettete in forno per ulteriori 15'. 
Porzionate la zuppa in cocotte, disponeteci sopra il pane e spolverate con il formaggio. Fate cuocere nel forno ancora caldo a 160°C per 15' o fin quando non si sarà sciolto il formaggio. A piacere passate sotto il grill per 1-2'. 


Consigli utili:
  • Non abbiate timore di sfregare il pane con l'aglio da accostare alle cipolle. Ho sperimentato anche il pane bruscato senza aglio e posso assicurarvi che il piatto perde quel tocco che gli dà la carica.
  • Bruscate il pane 2 volte, prima e dopo averlo strofinato con l'aglio. Se non avrete l'accortezza di farlo, il pane si sfalderà nella zuppa.
  • Se non amate i sapori troppo dolci e volete italianizzare un po' la ricetta, potete sostituire il groviera con della provola affumicata o del pecorino toscano giovane semi-stagionato.

PH  Le Passioni di Antonella
© 2014 Le Passioni di Antonella - Tutti i diritti riservati.


E' un piatto unico davvero delizioso, le cipolle con la lunga cottura diventano dolci e succulente. Un piatto da provare.

A presto

31 commenti on "SOUPE à l'OIGNON"
  1. ciao Antonella, ti ho scoperta proprio grazie a Le Crueset, le tue ricette mi hanno conquistata proprio come questa zuppa che adoro
    a presto
    buona giornata
    sabina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sabina, piacere di averti qui! Ricambiato con altrettanto piacere la visita!
      Buona giornata anche a Te
      Antonella

      Elimina
  2. Complimenti Antonella per questi tuoi importanti traguardi che ti premiano come è giusto! Brava!
    e poi... beh son le 8.47...e io mi terrò la voglia fino a pranzo!!! grazie per questa bella ricettina francese,
    un abbraccio
    Lisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie infinite Lisa, sei sempre così carina!...e se alle 8.47 del mattino hai voglia di zuppa di cipolle vuol dire proprio che sono riuscita nell'intento di trasmetterne la bontà!
      Un abbraccio anche a Te Cara.

      Elimina
  3. Adoro la zuppa di cipolle!
    complimenti per quest'altro successo :)

    Diana

    RispondiElimina
  4. Quanto mi piace la zuppa di cipolle, è un pò che non la preparo..mi hai fatto venire una voglia... complimenti per le foto sono stupende, e anche per la tua collaborazione, è proprio una bella soddisfazione, quelle pentole sono il mio sogno!!! buona giornata Dani :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Daniela! Grazie infinite per i complimenti sempre carinissimi...sì le pentole di LeCreuset sono inimitabili!

      Elimina
  5. Cara Antonella... avevo commentato ma il sistema mi ha buttato fuorii!! volevo farti i complimenti per questi tuoi traguardi che premiano la tua bravura! BRAVA!
    Intanto me la mangio cogli occhi! ciao
    Lisa

    RispondiElimina
  6. Buonissima la zuppa di cipolle!

    RispondiElimina
  7. Adoro questa zuppa! Mi spaventava parecchio l'uso della cipolla invece è delicatissima
    Buona settimana
    Elena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì Elena in effetti il timore collettivo quando si sente parlare di zuppa di cipolle è proprio quello che la cipolla sia troppo predominante ed invece è giustamente delicata.

      Elimina
  8. Ciao Anto!
    Io non l'ho mai fatta la zuppa di cipolle, ma anche a me piace sfregare il pane tostato con l'aglio! E lo faccio anche per la zuppa di cozze per esempio.
    Complimenti per la tua nuova collaborazione, in bocca al lupo, mia cara!
    Per quanto riguarda la torta con la ricotta, se hai letto la ricetta, avrai anche notato che ho scritto che è ancora più buona il giorno dopo. Questo impasto di mia nonna è uno spettacolo. E la ricotta, vedi tu se devi metterla a scollare oppure no. Important'è che sia una buona ricotta. Ma non ho dubbi, ti verrà benissimo!
    Un abbraccio, a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Any! Sì anch'io bruschetto sempre il pane sfregandolo con l'aglio! Anch'io faccio la zuppa di cozze (super piccante) con il pane bruscato all'aglio!. Crepi per la collaborazione!
      Sì ho letto che il giorno dopo è ancora più buona, il che è una comodità perchè la prepari al sabato pomeriggio/sera e poi puoi proporla al pranzo della domenica! ;) ...dai sono proprio curiosa di provare l'impasto di tua nonna, anche perchè le nonne non si sbagliano mai!...io la ricotta generalmente la faccio scolare, per precauzione preferisco e la ricotta la prendo dal fattore che sono sicura mi da quella fresca!.
      Un abbraccio grande anche a Te.

      Elimina
  9. gnam gnam gnam!! Semplicemente deliziosa!!

    un baciotto
    Sara
    This is Sara

    RispondiElimina
  10. Io non ti dico più niente! Sei eccezionale Antonella, in tutto!
    Fra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo genere di commenti mi fanno arrossire! Fra qualcuno qua potrebbe pensare che ti ho corrotta!!!! ...scherzi a parte, sei troppo troppo gentile!

      Elimina
  11. Mamma mia Anto mi è venuta una voglia di soupe loignon che non hai un'idea è tanto che non la faccio!!!!! Che meravigliosa e golosa presentazione! E un battimano alle uniche due italiane che saranno sul sito Le Creuset! Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ely! E poi certi complimenti fatti da Te fanno ancora più piacere!
      Un bacione anche a Te Cara.

      Elimina
  12. Buonissima !!! ma perchè dice che la cucina francese è snob ? Complimenti per la sua promozione e in bocca al lupo per le 15 ricette. Sabine

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salve Sabine, le ho risposto a mezzo mail ieri sera. Spero di esser stata esaustiva sul mio pensiero.
      Antonella

      Elimina
    2. Mi dispiace,ma non ho ricevuto nessuna mail. Se mela rimanda per favore . Merci

      Elimina
  13. Buonissima !!! Complimenti per la promozione e in bocca al lupo per le 15 ricette. Perchè dice che la cucina francese è snob ? sabine

    RispondiElimina
  14. Sei davvero bravissima! La Tua bravura è unica, non sei una di quelle che fotografa è basta o inversamente solo belle ricette e foto brutte, qui c'è tutto! Ti auguro di arrivare a sfiorare le vette più alte.

    RispondiElimina
  15. ciao!
    sono arrivata a te grazie ad Anna di "ultimissime dal forno".
    Davvero bello il tuo blog, ti seguirò con molto piacere.
    ciao
    Erica

    RispondiElimina
  16. Complimenti Anto!
    Per tutti i tuoi traguardi: sei una donna da prendere come esempio!
    Determinata, di grande talento ed eleganza. Brava, brava ed ancora brava!
    Un abbraccio,
    Carla.

    RispondiElimina
  17. Complimenti che bello il tuo blog e subito subito ho beccato una ricetta che mi piace davvero tanto!!!!
    In bocca al lupo per la tua collaborazione!!!!
    Buon martedì grasso!!!

    RispondiElimina