Top Social

Slide Show

BUON NATALE 2014

Sarà un Natale "diverso" questo Natale per me.
Un Natale da vivere in una casa ancora da finire ma con la felicità nel cuore perchè il più è stato fatto. 
Quella felicità tanto desiderata...di quella che ti gusti quando sai che il Tuo sogno si è avverato. 
E non importa se c'è ancora tanto da fare...quando si lavora sodo affinchè i sogni si possano realizzare non senti fatica.
Sarà un Natale di soddisfazioni. Sapete che ho un progetto editoriale in corso e che da Gennaio ogni mese se Vi andrà potrete trovarmi in edicola anche su di un'altra pubblicazione oltre a Vivere Country.
Ho lavorato e cucinato tantissimo negli ultimi giorni affinchè questo progetto andasse in porto ma non sento stanchezza alcuna perchè come dicevo prima, quando lavori ad un progetto nel quale credi fermamente tutto ti scivola addosso e nulla riesce a scalfirti.

Sarà un Natale questo all'insegna della semplicità e dell'amore. Noi 4 insieme uniti più che mai. Buon cibo, risate e tante chiacchiere...le voci dei bambini che echeggiano in una casa ancora vuota come una tavolozza tutta da disegnare. 
Ci saranno i loro sguardi increduli dinanzi a pacchetti consegnati personalmente da Babbo Natale...
Babbo Natale esiste e guai a pensare il contrario!
Esiste Babbo Natale, esiste il sogno, esiste la speranza e l'attesa a tutte le età.
Io quest'anno ho sognato tanto ed ho sperato ancor di più e Babbo Natale mi ha accontentata in tutto. 


Quest'anno pochi addobbi. Troppo poco tempo a disposizione per render vivibile il Ns Nido. Qualche decorazione naturale però non poteva mancare.
Non potevo privarmi della gioia di vederli tornare da scuola fissando i loro occhi stupefatti e sgranati dinanzi a qualche bacca rossa che adorna l'ex camino. Perchè loro sono fatti così, si sanno stupire anche per le cose più semplici. 
Ho tanto da imparare da loro. 
Voglio anch'io stupirmi per le piccole cose ed esser felice di questo.
So che questa nuova casa, questa nuova vita, mi regaleranno tante sorprese ancora. 
Voglio meravigliarmi ancora e ancora...perchè sono sicura che mi accadranno cose belle ed insperate. 
Voglio imparare dai miei figli ad esser spensierata. 
Voglio e devo esser propositiva.
E' questo quel che chiedo a Babbo Natale: Voglio imparare ad esser entusiasta della vita come lo sono i miei bambini.
BISCOTTI DECORATIVI NATALIZI
INGREDIENTI:
500 gr di farina 00
300 gr di burro a T.A.
200 gr di zucchero a velo
1 pizzico di sale
3 tuorli d’uovo
2 cucchiaini di cannella in polvere
1 cucchiaino di zenzero in polvere
OCCORRENTE:
Stampo o tagliabiscotti in tema Natalizio (io ho utilizzato uno stampo siliconico Pavonidea)
TEMPI DI PREPARAZIONE:
TEMPO DI PREPARAZIONE 30'
TEMPO DI COTTURA 15'
PREPARAZIONE:
Ponete la farina con il burro in una ciotola e lavorateli velocemente con la punta delle dita sino a creare un composto sabbioso.
Aggiungete quindi i tuorli, lo zucchero a velo, il pz. di sale e le spezie impastando sino a quando l’impasto risulterà omogeneo e compatto.
Stendete quindi la pasta con il matterello ad uno spessore non troppo sottile affinchè i biscotti una volta appesi come decorazione non siano eccessivamente fragili.
Con l'aiuto di stampi o coppa-pasta a tema natalizio divertitevi a ritagliare e dare una forma ai Vs biscotti.
Cuocete in forno preriscaldato a 180°C con modalità statica per circa 15' o sino a doratura avendo l'accortezza a metà cottura di praticare un foro passante nel biscotto al fine di crearvi un invito per il nastro affinchè possiate appenderli dove preferite.
Stampa la Ricetta.
Vi lascio la ricetta dei biscotti per decorare l'albero di Natale o il camino come ho fatto io. Vi Auguro di trascorrere un Natale proprio come lo desiderate. 
Nulla più, nulla meno.

A presto.
Un abbraccio grande ad ognuno di Voi che mi leggete.


TRANCI DI TONNO IN PANURE AROMATICA CON SFOGLIE DI PATATE ARROSTO AL TIMO

Avete mai provato la sensazione di sentirvi investite dal Tempo che incalza?
Io ultimamente provo spesso questa sensazione - non affatto gradevole aggiungerei - per una "programmatrice" come me è quanto di più strano ci sia.
Sono abituata a programmare tutto. Ho un planning per ogni sorta di cosa da fare: organizzazione della giornata, faccende di casa, lista della spesa, lavoretti manuali da fare, blog, elenchi ricette da realizzare per i magazine. Ho addirittura delle wish-list sulle cose preferite da acquistare, i luoghi da visitare, i film da vedere ed i libri da leggere...insomma, non sono una di quelle persone che vive alla giornata!.
Sono abituata ad avere sempre tutto sotto controllo ed in questo periodo mi sento quasi travolta dagli eventi...in primis mi tormenta il fatto che non si riesca a mettere un punto al problema alla schiena di Antonio, ma detto tra noi spero opereremo quanto prima perchè non c'è terapia che tenga, il dolore persiste ed io mi sento impotente dinanzi a questo e vorrei poterlo guarire con le mie stesse mani se solo fosse possibile. Poi non so quando i muratori abbandoneranno la casa nuova e se saremo costretti a trasferirci nonostante questi "inquilini" in casa. Che faticaccia gestire da sola un cantiere ed operai senza la presenza materiale di mio marito...e su questo potrei scriverci un libro dal titolo "Quella singolare categoria di Maschilisti detta Muratori". Ed infine devo gestire cmq e nonostante tutto la ns vita familiare con due bimbi piccoli al seguito e tutti gli impegni di lavoro...ed anche sugli impegni di lavoro ce ne sarebbe da dire, tra 7 giorni devo consegnare le 10 ricette per Vivere Country ed entro il 20 Dicembre devo consegnare 70 ricette fotografiche per un nuovo progetto e ad oggi non ne ho pronta neppure 1!. Stanotte ho sognato che cucinavo e fotografavo anche di notte...probabilmente questo sogno non fa altro che rispecchiare la realtà visto che mi aspettano 2 settimane di durissimo lavoro. Arriverò viva a Natale?!.

Per non farmi mancare proprio nulla, volente o nolente tra poco ci si dovrà trasferire nella casa nuova, anche se non sarà del tutto finita. Il termine massimo di permanenza nell'alloggio temporaneo volge al termine e mancano una manciata di giorni al T-Day2...per fortuna da trasportare c'è ben poco visto che in Agosto erano stati già trasportati i mobili nel garage della nuova casa e poi successivamente in settembre erano stati riposti nella cantina tutti gli scatoloni con le ns cose. Dunque adesso non mi resterà che caricare in auto le 3 valigie con i vestiti che utilizziamo ormai da 2 mesi, uno scatolone con un po' di biancheria per la casa ed il pc che mi ha seguita anche nell'alloggio temporaneo (altrimenti non avrei potuto scrivervi e lavorare in questo periodo di transizione).

Il prox post sul blog sarà scritto sicuramente dallo studiolo della casa nuova...non so dirVi con precisione quando ma sicuramente prima di Natale ci risentiremo!
Vi lascio con la ricetta dei miei TRANCI DI TONNO IN PANURE AROMATICA CON SFOGLIE DI PATATE ARROSTO AL TIMO...e non chiedetemi il perchè sia una delle mie ricette di pesce preferite! Se la proverete vi risponderete da sole: DELIZIOSA!.

TRANCI DI TONNO IN PANURE AROMATICA CON SFOGLIE DI PATATE ARROSTO AL TIMO.
INGREDIENTI per 2 PERSONE:
2 GROSSI TRANCI DI TONNO SPESSI 2 CM
2 PATATE
MOLLICA DI PANE Q.B
PREZZEMOLO E TIMO FRESCHI Q.B
SALE FINO, PEPE ED OLIO E.V.O Q.B
OCCORRENTE: Ampio tegame basso antiaderente (per me LECREUSET)
TEMPI DI PREPARAZIONE:
TEMPO DI REALIZZAZIONE TOT. RICETTA 45'
TEMPO DI COTTURA DELLE PATATE 25'
TEMPO DI COTTURA DEL TONNO 4'
PREPARAZIONE:
Preriscaldate il forno a 200°C.
Pelate le patate e tagliatele sottilmente a sfoglie aiutandovi con un coltello a lama liscia affilata.
Ponete le sfoglie di patate su carta forno e conditele con il Timo, sale ed olio.
Cuocete per 20-25' in forno.
Intanto in un mixer tritate il prezzemolo e la mollica di pane insieme ad un goccio d'olio.
Ponete una padella sul fuoco a scaldare e spolveratela con poco sale fino.
Guarnite la superficie di ciascun trancio di tonno con la panure aromatica.
Adagiate il tonno con delicatezza nel tegame (con il lato della panure a contatto con la padella rovente).
Scottate per 2' e poi con delicatezza girate aiutandovi con una spatola.
Scottate per 2' dall'altro lato (il cuore del trancio di tonno deve restare roseo).
Servite subito con le patate arrosto.
A presto.

SALMONE GRIGLIATO con SALSA alla SENAPE&PREZZEMOLO....e riflessioni.

A volte mi chiedo come sarebbe la vita senza i sogni e le speranze...un attimo dopo mi rispondo da sola: "Non sarebbe vita".
A volte mi capita anche (sempre più spesso di sovente) di sentirmi "fuori dal coro"...non so sia un bene o un male in realtà. Ultimamente dopo aver espresso un pensiero pubblico a mio marito - un pensiero dei nostri, quelli che ci tengono uniti da quando avevamo circa 20 anni - mi è toccato sapere che era stato interpretato da esterni come "una frase poetica poco veritiera". Questa affermazione mi ha portato a riflettere sul perchè quel pensiero fosse stato etichettato come poco veritiero...ho concluso la mia riflessione provando quasi tristezza, ma non per me o mio marito, bensì per quegli esterni che hanno mal interpretato, provo tristezza per loro perchè sicuramente non conoscono il senso profondo di un LEGAME VERO.
Sarò anche "Alice nel Paese delle Meraviglie" a detta di alcuni, ma questa mia ME al di fuori dal coro mi piace. Mi piace che mio marito sia come me - e se ci siamo scelti non è stato un caso. Mi piace che anche i ns figli siamo DI CUORE  come Noi. Perchè in fondo i bambini sono ciò che vivono.
C'è una conoscente che ci ha definiti LA FAMIGLIA DEL MULINO BIANCO. Ad alcuni questo paragone potrebbe infastidire ma ad Alice nel Paese delle Meraviglie questo paragone piace. Alla mia ME fuori dal coro piace non essere prevenuta e lo fa con convinzione...e peccato per chi invece si angustia nel voler pensare il contrario. La negatività non fa altro che attirare altra negatività e si finisce col diventare diffidenti di ogni cosa e persona. Si finisce col trascorrere la propria vita a "guardarsi le spalle". Quanto è triste non riuscir a "vedere" il BELLO che c'è intorno perchè troppo intenti a cercare il marcio in tutto...io però sono inversamente DIVERSA e respiro felicità per quella mia visione della vita fuori dal coro: FORTUNATA ME.    
Per restare in tema di felicità non c'è miglior modo di esprimere il proprio affetto se non con un gesto d'Amore. E seppur semplice che sia, cucinare ed occuparsi di chi si vuole Bene è il gesto primordiale che svolgo da quando apro gli occhi al mattino. Mi piace occuparmi del mio compagno di vita e dei ns cuccioli. Cucinare per Amore - per quanto arcaico possa esser definito da alcuni -  resta e resterà per sempre il gesto d'affetto per antonomasia. Aldilà del tempo, delle mode e da quanta attitudine e bravura in cucina si abbia.
E siccome mio marito adora la mia SALSA ALLA SENAPE E PREZZEMOLO (a dirla tutta ne ho sempre un vasetto pronto in frigo perchè a Lui piace spalmarla anche sul pane...ebbene sì, mi piace viziarlo!), oggi Vi lascio la ricetta perchè sono sicura saprete ben utilizzarla ed adattarla. 
Io la adoro sul SALMONE GRIGLIATO!...ultimamente grazie al Grill LeCreuset ho riscoperto il piacere di grigliare anche in Autunno/Inverno...non sono più costretta ad attendere l'estate ed i barbecue all'aperto per poter gustare un buon prodotto fresco grigliato. Ho battezzato ufficialmente questo Grill come il mio accessorio culinario MUST HAVE PREFERITO TUTTO L'ANNO!...e se anche Voi amate grigliare e volete farlo con piacere, aggiungete questo Grill alla Vs Christmas Wish List: Non Ve ne pentirete ed una volta provato non ne potrete più fare a meno!...parola di una cuciniera che ne ha sviluppato una vera dipendenza!. 

TRANCI DI SALMONE GRIGLIATO con SALSA alla SENAPE&PREZZEMOLO.
INGREDIENTI per 2 persone:
2 GROSSI TRANCI DI DORSO DI SALMONE,
PREZZEMOLO FRESCO Q.B,
OLIO E.V.O Q.B,
1 CUCCHIAINO DI SENAPE DI DIGIONE,
SALE GROSSO Q.B (possibilmente del tipo "ROSA DELL'HIMALAYA").

OCCORRENTE:
BISTECCHIERA/GRILL ANTIADERENTE IN GHISA.
TEMPI DI PREPARAZIONE:
TEMPO di realizzazione della ricetta 15'
TEMPO di cottura 3'-4'
PREPARAZIONE:
ARROVENTATE LA BISTECCHIERA/GRILL SU FUOCO ALTO E SPOLVERATELA CON POCO SALE GROSSO ROSA DELL'HIMALAYA.
INTANTO LAVATE ED ASCIUGATE IL PREZZEMOLO - SCEGLIETE LE FOGLIE PIU' BELLE E STACCATELE DAL GAMBO (n.b: non gettate via i gambi del prezzemolo, potrebbero servirvi per un fondo da brodo o per una bisque di pesce.)
CON UN MIXER AD IMMERSIONE EMULSIONATE IL PREZZEMOLO CON OLIO E SENAPE SINO A CREARE UN CREMA LISCIA E VELLUTATA.
GRIGLIATE IL SALMONE PONENDOLO DAPPRIMA CON LA PARTE DELLA PELLE SULLA GRIGLIA ARROVENTATA E DOPO CIRCA 2' RIGIRATELO CON DELICATEZZA -aiutandovi con una spatola- ED ULTIMATE LA COTTURA PER 1' ANCORA.
SERVITE IL SALMONE BEN CALDO NAPPANDOLO CON LA SALSA AL PREZZEMOLO.
Buon Fine settimana.


SOGNI EDITORIALI CHE PRENDONO FORMA e TROTA IRIDEA INSENAPATA.

Le BELLE NOTIZIE quando meno Te le aspetti arrivano.
A quasi 33 anni credo sia lecito cercare una propria "giusta" collocazione nel mondo del lavoro. Io ho scelto una strada un po' anticonvenzionale (d'altronde quando mai sono stata convenzionale io - mi sembra ancora di sentire le voci dei miei parenti che me lo ripetono sin dalla più tenera età). 
La strada che ho scelto è il FOODWRITING. 
Perchè a me "inventar" ricette mi è sempre riuscito bene.
Ho sempre pensato che sarebbe stato un mondo monotono se in cucina non si fosse usata -e "osata"- l'inventiva e ci si fosse dovuti "accontentare" di ciò che era già stato ideato.

Poi però Ti scontri con una realtà difficile, oggi fare foodwriting al di fuori del proprio blog personale Ti impone d'aver anche una buona tecnica fotografica - ed anche in questo non mi sono lasciata scoraggiare. Pensate che una che adora disegnare abbia paura di una reflex? Ma no! D'altronde non si tratta d'altro che di "Disegnare con la luce" attraverso un obbiettivo. E così mi sono "lanciata" anche fotograficamente. Sviluppando uno stile tutto mio. Perchè a scuola io non ho mai copiato da nessuno!...e così anche nella vita...Esser se stessi senza farsi influenzare da mode e modelli di stile che oggi ci sono e domani non più è stato il mio mantra sin dall'adolescenza.

Poi però Ti ri-scontri nuovamente con una realtà ancora più ingarbugliata, perchè per quanto Tu sia brava in cucina e Ti sia esercitata in fotografia (manco fosse un'interrogazione d'Epica) capisci che nulla Ti viene regalato e che se vuoi riuscire devi trovare una TUA STRADA "PRECISA". 
La mia strada al momento è quella dell'EDICOLA.
Sapete che ormai da più di 1 anno tengo una mia rubrica fissa sul magazine Vivere Country in Italia e Vie à la Campagne in Francia ma da un po' di tempo sentivo l'esigenza di "allargare i miei orizzonti"...
Oggi finalmente i miei sogni prendono forma e a partire da fine gennaio il mio lavoro d'edicola si moltiplica - si triplica - si quadruplica - si quintuplica! 
DAL 19 GENNAIO IN EDICOLA UN NUOVO MAGAZINE TUTTO DI CUCINA e CON TANTE RICETTE MIE!

Sarà un duro lavoro che inizierò tra pochi giorni, ma non mi spaventa l'idea di un progetto così mastodontico da ripetere di mese in mese: quando Ti senti realizzato non c'è stanchezza che tenga, sono una tipa tosta che è abituata a sudarsi ogni singolo obbiettivo. 
Le ricette saranno tante, sarà un po' come creare 11 libri di cucina all'anno, una sorta di enciclopedia di cucina da acquistare in Edicola!

Presto Vi saprò dire di più...al momento posso però dirVi che questo magazine avrà un prezzo pocket alla portata di tutti, solo 1 EURO, affinchè tutti gli appassionati di food (ma davvero tutti) possano permettersi di collezionare ogni singola uscita. E questo mi rende ancora più felice, sapere di poter entrare nelle case di "tutti" con uno sforzo minimo (e magari tutti i mesi e non solo una volta l'anno) mi riempie di gioia.
Coming Soon....

E per restare in tema food - e visto che questo è un blog di cucina e non c'è post senza ricetta - Vi lascio la ricetta delle mie TROTE IRIDEE INSENAPATE, un modo veloce ma saporito -ed un po' piccante- di gustare del pesce cotto al forno in tempi veloci.
TROTA IRIDEA INSENAPATA
INGREDIENTI per 2 persone:
2 TROTE DEVISCERATE di circa 300 gr cad.
2 CUCCHIAI DI SENAPE DI DIGIONE
OLIO E.V.O Q.B.
SALE FINO Q.B.
PREZZEMOLO TRITATO FRESCO Q.B
FETTE DI LIMONE
TEMPI DI PREPARAZIONE:
TEMPO di REALIZZAZIONE TOT. 30'
TEMPO di COTTURA 20'
PREPARAZIONE:
PRERISCALDATE IL FORNO A 180°C.
INTANTO SQUAMATE E LAVATE ACCURATAMENTE LE TROTE PRIVANDOLE DELLE PINNE.
SALATE LA CAVITA' INTERIORE E FARCITELA CON FETTE DI LIMONE E PREZZEMOLO.
CREATE UN'EMULSIONE CON SENAPE ED OLIO E SPENNELLATELA SULLA SUPERFICIE DELLE TROTE.
SALATE E CUOCETE IN FORNO PER CIRCA 20'.
SPELLATE E SERVITE SUBITO.
Stampa la Ricetta.


Buon w.e.


POLLO ARROSTO AL LIMONE & STORIE DI UNA PROVETTA INFERMIERA

Ho sempre avuto un'avversità recondita per la classe medica. E non per qualche trauma infantile, anzi. Il mio medico da bambina, il Dott. Marzano era gentile e simpatico, era il medico di famiglia dai tempi della Nonna Lillina ed ho un ricordo ottimo di Lui. "L'orticaria da Medico", da altro Medico oltre al mio, quella ce l'ho sempre avuta però, insieme alla paura degli aghi e di tutto ciò che è chirurgico, ed oggi quando ancora a 32 anni faccio storie per fare una visita medica stento a credere d'aver dato alla luce due figli.
In ogni modo, scherzo del destino vuole che in quest'ultimo periodo, causa problemi alla schiena di Antonio, per necessità mi sono dovuta improvvisare Infermiera di mio marito...tra le righe: lui dice che detta così - INFERMIERA DI MIO MARITO - fa un po' ridere ed è allusivo...ma forse è allusivo solo per Lui in quanto uomo/maschio! Trovo invece che non ci sia niente di divertente in tutta questa storia visto che mi sono dovuta improvvisare addetta alle Iniezioni :( 
Di preparazione c'è stato un summit telefonico con mia mamma che da oltre 600 km di distanza ha tentato di spiegarmi come fare. Ora, detto tra noi, pensate che una telefonata possa servire? Decisamente no. 
E dunque, dopo aver fatto un po' di ricerche in rete ed un  intenso training autogeno per sconfiggere la paura dell'ago mi sono detta che forse la teoria in certe cose conta relativamente e che la miglior scuola è sul campo.
Ho quindi detto a mio marito: "Calati i Pantaloni" (...anche questa non è allusiva giuro...) e così tutto d'un fiato gli ho fatto la prima iniezione.
Lui: "Già fatto? Non ho sentito nulla"...
Uffh sospiro di sollievo per entrambi! 

Ad oggi ho perso il conto di quante iniezioni gli abbia fatto nell'ultimo periodo, fatto sta che ormai inietto ad occhi chiusi!

E fu così che ad amalgamare con delicatezza i composti soffiati in cucina mi venne il "tocco leggero"! Ritornato utile in svariati campi!.
Succede che poi dopo le iniezioni al marito gli vien fame ed un buon POLLO ARROSTO AL LIMONE è proprio quello che ci vuole!

POLLO ARROSTO AL LIMONE
INGREDIENTI:
1 Pollo intero aperto a metà di 1,200 gr
1 Limone bio
4 Patate medie
Olio e.v.o
Sale e Pepe q.b
Salvia e Rosmarino q.b
TEMPI DI PREPARAZIONE:
TEMPO DI REALIZZAZIONE TOT. 2h
TEMPO DI COTTURA 1h
PREPARAZIONE:
Pulite e fiammeggiate il pollo (se necessario).
Marinatelo in acqua e succo di Limone per 1h.
Intanto pelate le patate e tagliatele in spicchi.
Salatele, pepatele ed irroratele con poco olio e.v.o.
Preriscaldate il forno a 200°.
Sciacquate ed asciugate il pollo, salatelo e pepatelo, oleatelo e ponetelo in una teglia foderata di carta forno contornato dalle patate.
Tritate grossolanamente le aromatiche e disponetele sul pollo.
Cuocete in forno statico per 1 h circa.
Se le patate risulteranno abbrustolite prima del pollo, copritele con carta alluminio e continuate la cottura della carne. 

E' un pollo semplice ma saporito che piacerà di sicuro a tutti, iniezioni a parte!

A presto


PESCE SPADA CON SCALOGNO CARAMELLATO & RITORNI...

Sono Tornata! Nuovo post dopo 1 mese di assenza: mi siete mancate tanto e non ho remore nel confessarlo, Voi amiche virtuali che mi seguite con affetto siete diventate una seconda famiglia.
Quante cose sono successe in questo mese, le Amiche che mi seguono su Fb e Ig sono abbastanza aggiornate ma per chi mi non lo fosse Vi aggiorno anche quì: Allora, con la casa nuova procediamo, nonostante qualche ritardo confidiamo nel riuscire a trasferirci quanto prima. Ormai manca davvero poco, l'impresa edile ha fatto un lavoro stupefacente, la casa è irriconoscibile. E' davvero grande, più grande dell'altra (prima in 130 mq dicevo di non aver spazio per i miei utensili da cucina, stavolta non avrò scusanti in 150 mq!). Il mood della casa è romantico ed un po' parigino anche se la scelta dei materiali è made in Italy al 100%. La casa sarà molto luminosa, tanto bianco e panna con un tocco di Azzurro polvere (appena sarà finita Vi farò un post-hometour!). Nonostante lo stile classicheggiante del complesso, nella cucina ci saranno elettrodomestici all'avanguardia come un mega frigo all'americana con dispenser per il ghiaccio (finalmente potrò fissare con il colore delle verdure sbollentate velocemente grazie al ghiaccio sempre a portata di mano!), ci sarà un piano in Okite per impastare senza pensieri, un blocco cottura professionale e 2 forni pirolitici. Il giardino è in via di definizione, appunto qualche giorno fa su Ig Vi spiegavo che a Reggio Emilia bisogna chiedere l'autorizzazione per tutto, inclusi gli alberi da piantare in giardino e dopo 40 gg. di lunga attesa e burocrazia ed il sopralluogo del perito comunale sono riuscita ad avere l'autorizzazione per creare un giardino fiorito e quindi via libera ad una profumata siepe di Ligustrum, Alberi di Pirus, Malus e Lagerstroemia; immancabile un piccolo orto ed un angolo ben fornito di aromatiche, Albero di Pesche e Limoni (per iniziare!) ed Ortensie e Lavanda. Già presenti rosai stupendi e ben radicati da più di 20 anni che anche a Novembre mi stanno regalando stupende rose e fato ha voluto che nel giardino fossero già presenti da oltre un ventennio varie qualità del mio fiore preferito, la PEONIA, di cui una variante ad alberello che è fantastica.
 Al momento siamo in un alloggio temporaneo ma presto i miei bimbi avranno una cameretta cad. ed un giardino nel quale giocare. Teniamo duro, io e mio marito siamo motivati e non ci scoraggiamo facilmente, siamo dei combattenti e quando puntiamo ad un traguardo ci fermiamo solo quando l'abbiamo raggiunto, per la serie "Dio prima li fa e poi li accoppia!".

In questo periodo nonostante tutto, professionalmente ci sono state delle novità, le mie rubriche food sui magazine della Lotus da Gennaio saranno estese anche ad un altro magazine Tedesco ed è inutile dirVi che la felicità è tanta...
Detto tutto (o quasi!) passiamo alla prima ricetta dopo il ritorno, pubblicata qualche mese fa su Vivere Country, il PESCE SPADA CON SCALOGNO CARAMELLATO è il piatto ideale per gli amanti del pesce che non vogliono rinunciare ai gusti decisi. Di solito invento quando sono in cucina, non seguo mai una ricetta precisa, mi faccio guidare ed ispirare dagli ingredienti e stavolta Vi dirò che l'esperimento ha superato le aspettative, soprattutto quelle dell'assaggiatore ufficiale: Mio Marito!.
Per la cottura di questo Spada ho utilizzato una Pirofila in Gres LeCreuset, bella da portare in tavola anche dopo la cottura.
PESCE SPADA CON SCALOGNO CARAMELLATO
INGREDIENTI PER 2 PERSONE:
2 TRANCI SPESSI DI PESCE SPADA FRESCO
1 GROSSO SCALOGNO
TIMO FRESCO
1 CUCCHIAINO DI ACETO BALSAMICO
OLIO E.V.O E SALE FINO Q.B.
TEMPI DI PREPARAZIONE
TEMPO DI REALIZZAZIONE TOT.35'
TEMPO DI COTTURA TOT. 24'
PREPARAZIONE:
PRERISCALDATE IL FORNO A 180°C.
INTANTO AFFETTATE SOTTILMENTE LO SCALOGNO E PONETELO IN UNA PIROFILA.
CONDITELO CON TIMO SFOGLIATO, SALE, OLIO ED ACETO BALSAMICO.
CUOCETE IN FORNO PER CIRCA 20' O SINO A QUANDO LO SCALOGNO NON RISULTERA' COMPLETAMENTE COTTO.
A PARTE OLEATE UNA PIROFILA (per me pirofila in gres LeCreuset).
SALATE DA AMBO I LATI IL PESCE SPADA ED ADAGIATELO NELLA PIROFILA AVENDO L'ACCORTEZZA DI OLIARLO BENE DA AMBO I LATI.
CUOCETELO IN FORNO CALDO AL MAX PER 2' PER LATO.
SERVITE SUBITO GUARNENDOLO CON LO SCALOGNO TIEPIDO.

Oggi tra le tante cose è anche il compleanno del mio ometto che compie 3 anni! Sembra ieri che è nato...quanto amore mi regala ogni giorno.

A presto.

FROLLA MONTATA AL CACAO CON FIOCCHI DI AVENA, PERE E MELAGRANA.

Non ci siamo mai "presi" io e Te. Odio e Amore. Battibecchi continui sin dalla più tenera età. Troppo uguali io e Te. Niente legami idilliaci da romanzo, severo e scorbutico come nessun'altro al mondo...è questo quello che ho sempre pensato di Te Papà. Però nel momento del bisogno a modo Tuo ci sei. Come stavolta, quando Ti ho detto "sono in ritardo con i lavori di ristrutturazione della casa nuova e a breve dovrò lasciare l'appartamento nel quale vivo e non so dove andare e come fare". Sei saltato su un treno ed hai percorso 650 km per venire in mio aiuto. In poche ore detto-fatto, eri quì da me e dai bambini. Dopo poco il Tuo arrivo abbiamo preso a punzecchiarci, ma fa nulla, io e Te siamo fatti così. Un po' accigliati ma ci capiamo al volo. Ed anche se sei burbero l'importante è che sei quì con me nel momento del bisogno.
Tra uno scatolone e l'altro, domenica dopo pranzo Ti ho detto che mi sentivo così agitata che mi sarei divorata un kilo di dolciumi, Tu mi hai risposto con occhi sgranati ed increduli: "ma perchè anche Tu quando sei nervosa hai voglia di dolce?"...poi mi hai raccontato di quel Tuo ultimo anneddoto con la nutella, mi hai strappato un sorriso in un momento di tristezza, io divertita a pensarti così grande e grosso come sei con un barattolo ed un cucchiaio in mano ho preso a ridere...in fondo burbero al 100% non lo sei. Forse al 99%!
Incoraggiata dal quel Tuo insolito slancio d'umorismo Ti ho detto: "dammi un'oretta che preparo qualcosa di buono con quello che ho in frigo"...così, da un momento unico nasce questa torta di FROLLA MONTATA AL CACAO CON FIOCCHI DI AVENA, PERE E MELAGRANA. 
Presa dalla foga del momento Ti ho detto: "Vuoi capire quello che faccio col blog?"...perchè so che sei restio e non capisci tanto bene di cosa mi occupo. Ti ho mostrato tutte le riviste sulle quali tengo la mia rubrica e Tu non mi hai detto che sei orgoglioso, non me lo diresti mai, ma quando hai letto il mio nome su ogni singolo articolo, ho vista una scintilla nei Tuoi occhi. Ed anche se non mi hai detto "brava", a me il Tuo sentirti orgoglioso è arrivato cmq.
Poi ho preso il cavalletto, la mia Canon ed ho chiesto a Giada di "prestarmi le sue manine" ed ispirata più che mai ho scattato all'infinito perchè volevo mostrarti fino in fondo tutti i processi del mio strano lavoro. Ora finalmente hai capito ed io mi sento più serena. Perchè in fondo anche se non sono più una bambina ho fortemente bisogno della "Tua approvazione". 
FROLLA MONTATA AL CACAO CON FIOCCHI DI AVENA, PERE E MELAGRANA
INGREDIENTI per una Teglia di 28 cm di diametro (per me Pirofila Tonda in Gres LeCreuset):
1/2 Melagrana,
2 Pere di media dimensione,
1 Manciata di Fiocchi di Avena,
225 gr di Farina di Grano Tenero,
50 gr di Cacao in Polvere,
180 gr di Burro Pomata + un po' per imburrare la pirofila,
75 gr di Zucchero a Velo,
1 pz. di Sale,
30 gr di Albume d'Uovo.
TEMPI DI PREPARAZIONE:
TEMPO di realizzazione 1h
TEMPO di cottura 30'
TEMPO di riposo 10'
PREPARAZIONE:
Preriscaldate il forno a 180°C.
Imburrate la pirofila.
Pelate e private del torsolo le Pere e poi riducetele in Fette sottili.
Sbattete con le fruste elettriche il Burro, l'Albume e lo Zucchero.
Aggiungete il pizzico di Sale e setacciate la Farina con il Cacao sopra il composto di burro-zucchero-albume. Amalgamate il tutto.
Distribuite il composto nella pirofila e cospargetelo con i fiocchi di Avena prima e le fette di Pera poi.
Infornate a 180°C per 30-35'.
Intanto sgranate i chicchi della Melagrana e raccogliete un po' del succo che perderanno.
Quando sfornate la torta, irroratela con un po' del succo della Melagrana e guarnitela con i chicchi.
Lasciate riposare per almeno 10' e poi servite.
Ho bisogno di una pausa. Da domani inizia il trasloco in un appartamento temporaneo nel quale staremo 5 settimane a causa del ritardo dei lavori in cantiere. Poi il trasloco definitivo nella casa nuova. Sarà dura, ma io dura lo sono nata per cui non mi spavento...Credo che per circa 6 settimane non ci saranno post quì sul blog. Ma mi troverete cmq in edicola su Vivere Country in Italia e Vie à la Campagne in Francia. Prometto che sul mio profilo Instagram continuerò a postare tutte le foto dello stato avanzamento lavori della casa nuova, Vi terrò aggiornati cmq! 
Arrivederci a Tutti.

SPIEDINI DI SALMONE ALL'ALLORO & PEPE ROSA

Scrivo questo post alla velocità della luce perchè i ritmi si fanno sempre più serrati ed i giorni scorrono veloci tra cose da impacchettare e trasloco da fare. Purtroppo in cantiere c'è un ritardo e per questo mi toccherà fare doppio trasloco. Sto cercando una sistemazione alternativa per qualche settimana ma è davvero difficile. Tra l'altro Antonio ha un problema alla schiena e se non fosse per mio padre che ha percorso 650 km per venire in mio aiuto non so proprio come avrei fatto. Ciliegina sulla torta: Christian ha la febbre. Lui che sin da quando è nato ha trascorso in media 4 mesi invernali ammalato, anche quest'anno ha manifestato i primi sintomi...spero che non si protrarrà a lungo perchè davvero sarà dura adattarsi in un monolocale in affitto per qualche settimana prima del trasloco definitivo nella casa nuova. Antonio ha provato a mediare con la nuova proprietaria del ns attuale appartamento ma nulla, non possiamo restare neppure per due settimane in più per cui devo cercare a tutti i costi di restare ottimista e sperare solo in bene. Certo questa esperienza mi sta insegnando tanto e soprattutto mi sta aprendo gli occhi su tanti aspetti dell'animo umano altrui che per una persona di indole "buona e pacifica" come me sono davvero duri da accettare. Mi rendo conto che tutte le volte in cui mio marito in questi anni insieme mi ha detto "sei troppo buona" in fondo aveva ragione...forse adesso riesco a comprendere sino in fondo. Oggi capisco che c'è gente che mira solo al consumismo e quella che non guarda in faccia neppure a bambini di 3 e 7 anni. Ma fa nulla, quest'esperienza mi sta aiutando a capire che sono cresciuta e sto crescendo i miei figli con gli ideali giusti. Questa esperienza mi ha aiutata a comprendere che esistono anche le "finte" brave persone, quelle che al contrario di come faresti Tu, nel momento del bisogno si tirano indientro e a differenza Tua non sanno porgere la mano per aiutare gli altri che sono in difficoltà. Oggi più che mai sono fiera di quella che sono.
Nonostante tutto cerco di non trascurare questo mio angolino virtuale al quale tengo tantissimo. Il terzo figlio direi.
Oggi Vi propongo degli Spiedini di Salmone all'Alloro e Pepe Rosa, perfetti per chi come me in questo periodo ha pochissimo tempo da dedicare ai fornelli ma non vuole privarsi del piacere di una cucina casalinga a scapito di cibi precotti.
SPIEDINI DI SALMONE ALL'ALLORO E PEPE ROSA.
INGREDIENTI PER 12 SPIEDINI:
1 kg di Filetto di Salmone in fette alte circa 2 cm
Pepe rosa in grani q.b
Foglie di Alloro q.b
Sale q.b
12 Stecchini da spiedino
TEMPI DI PREPARAZIONE:
TEMPO DI REALIZZAZIONE 25'
TEMPO DI COTTURA 5'
PREPARAZIONE:
Preriscaldate il forno a 160°C.
Ponete a riscaldare su fuoco un’ampia padella antiaderente.
Sfilettate il salmone privandolo della pelle del dorso e riducetelo in dadi.
Aromatizzate i dadi di salmone con sale e pepe rosa schiacciato grossolanamente.
Ripassate velocemente per 30 secondi in padella calda.
Spostate il tegame dal fuoco e procedete ad infilzare il salmone negli spiedi alternandolo all’alloro.
Ripassate in forno per 4’.
Servite subito.
Vado ad impacchettare: Sogno scatoloni anche di notte!
A presto.

SCALOPPINE DI POLLO E RATATOUILLE A MODO MIO

Corre veloce il tempo, manca poco al T-DAY ed io vorrei avere giornate di 48 h da vivere o ancora meglio una bacchetta magica per inscatolare anni di vita vissuta in questa casa...quanti oggetti e ricordi in queste quattro mura, più si avvicina la data del trasloco e più vengo pervasa da una sensazione strana. Sono felice di andare a vivere nella casa nuova, così spaziosa con il suo giardinetto ma un pezzo di cuore resta in questa casa dove il mio piccolo Christian è nato.
Chissà quante altre emozioni ed avventure ci riserverà la nuova casa. Una casa tutta da reinventare e scoprire. Credevo che l'entusiasmo per una nuova casa mi avrebbe aiutata a non realizzare che davvero sto lasciando la mia casetta vecchia ed invece eccola quì la malinconia a pervadere su ogni altro genere di emozione.
L'impresa edile procede spedita, con una velocità che mi spiazza e a tratti mi spaventa. Sembra ieri che eravamo dal notaio per il rogito ed oggi hanno terminato gli impianti, domani chiuderanno le tracce, dopodomani gli intonaci, venerdì verrà il giardiniere a potare e sistemare un giardino incolto da più di 10 anni, sabato faranno le caldane e la prossima settimana via con le pavimentazioni e quella successiva con le tinteggiature, posa infissi e sanitari...tra 2 settimane tutto sarà pronto ed arriverà il grande giorno del trasloco. Spesso penso a come sarà la prima notte nella casa nuova. A come reagiranno Giada e Christian a questo cambiamento. Chissà.
Ovviamente questo è un blog di cucina e non c'è post senza ricetta; oggi però ricetta veloce perchè ho sempre meno tempo per stare ai fornelli e prima che torni a preparare un arrosto ci vorranno almeno 45 gg.

SCALOPPINE DI POLLO E RATATOUILLE A MODO MIO
INGREDIENTI per 4 Persone:
8 Fette di Petto di Pollo,
100 ml di Vino bianco secco,
2 Melanzane,
2 Zucchine,
2 Peperoni,
1 Cipolla,
2 Patate,
6 cucchiai di Olio e.v.o
2 Rametti di Timo
2 Rametti di Alloro
2 Spicchi di Aglio
Burro q.b
Farina q.b
Sale e Pepe Rosa q.b
TEMPI DI PREPARAZIONE
TEMPO di realizzazione: 40'
TEMPO di cottura: 20'
PREPARAZIONE:
Mondate le Patate e riducetele in dadolata.
Cuocetele in abbondante acqua salata per 10-15’.
Affettate sottilmente la cipolla e fatela stufare con 2 cucchiai di olio.
Riducete in dadolata i peperoni ed uniteli alla cipolla stufata, unite il timo e l’alloro, salate e portate a cottura in 20’ circa.
Spuntate melanzane e zucchine e riducetele in dadolata.
Cuocete in un secondo tegame con 2 cucchiai di olio insieme ad 1 spicchio d’aglio in camicia per circa 20’.
Rosolate in 2 cucchiai d’olio le patate (ben scolate) insieme ad 1 spicchio d’aglio in camicia.
Al termine amalgamate tutte le verdure e tenete in caldo.
Fondete il burro in un’ampia padella.
Infarinate il pollo e rosolatelo bene da ambo i lati.
Salate, pepate e sfumate con il vino lasciando cuocere per 2/4’ a fuoco vivo.
Servite subito insieme alle verdure.
Vi lascio, vado a prendere i Bambini a scuola. Oggi Giada ha iniziato la seconda primaria. Lei che di solito è così spavalda stamattina sembrava (e lo è dall'alto dei suoi "quasi" 7 anni) un cucciolo smarrito in cerca solo della Sua mamma.

A presto.

FOCACCIA DOLCE AL FARRO

Mio marito me lo dice sempre: Non mettere troppa carne al fuoco...io però non mi smentisco mai e porto avanti 10 progetti contemporaneamente. Ma quanto siamo determinate noi donne?...
Ebbene: 
  1. Ristrutturazione in corso,
  2. L'inserimento di Christian all'asilo (in 7 gg. scolastici è stato a casa 4 per influenza: "Chi ben comincia...!"),
  3. Bisogna ancora scegliere un'attività sportiva da far praticare a Christian ed eventualmente fargli fare delle prove di riscontro/inserimento,  
  4. Giada la prox settimana inizia la scuola e le attività sportive,
  5. Non manca tanto al trasloco e non ho impacchettato ancora nulla!,
  6. Ultime decisioni da prendere in merito alla casa e le disposizioni/colori/collocazione mobili ecc, 
  7. La nomination a MIGLIOR SITO FOOD che mi ha scioccata ma allo stesso tempo mi ha fatto scattare la molla per avviare un nuovo lavoro (a proposito: oggi è l'ultimo giorno utile per votare e se vi va di sostenermi potrete farlo nella categoria "16" MIGLIOR SITO FOOD qui), 
  8. Le rubriche per Vivere Country e Vie à la Campagne nonostante il trasloco dovranno continuare ed è inutile dirVi che per non incappare in problemi di consegna con la redazione (nei periodi subito dopo il trasloco non avrò la cucina "attiva"!), cucino pure di notte ricette che andranno sul numero di Natale! Chi mi segue su IG avrà visto i biscotti di Natale sfornati a fine Agosto: "Tranquille non sono pazza! Mi porto solo avanti con il lavoro"!
  9. ...poi cos'altro? Ah sì! Da questo Settembre la mia rubrica food sui magazine Lotus viene estesa anche al pubblico Tedesco ed io ho una strizza incredibile!...
  10. Tra una cosa e l'altra vorrei cambiare taglio di capelli! Quasi quasi la prossima settimana faccio una capatina dal parrucchiere!

Detto questo passo alla ricetta di oggi, che avrete visto su IG già da qualche mese e che è stata pubblicata anche su Vivere Country ma che qui sul blog non avevo ancora avuto tempo e modo di postare: FOCACCIA DOLCE AL FARRO con AMARENE FABBRI; il modo migliore per iniziare la giornata o addolcirla all'ora di merenda.

FOCACCIA AL FARRO CON AMARENE
INGREDIENTI per una teglia cm40x40:
250 gr di Farina Manitoba
150 gr di Farina di Farro
20 gr di Lievito di birra
320 ml di Acqua a T.A
50 gr di Zucchero
1 pz di Sale fino
TEMPI DI PREPARAZIONE
Tempi di Realizzazione: 140’
Tempo di Riposo: 90’
Tempo di Cottura: 20’
PREPARAZIONE:
Ponete l'acqua in un’ampia ciotola e scioglietevi il lievito.
Aggiungete le farine, 30 gr di Zucchero ed il Sale.
Impastate energicamente (L’impasto risulterà morbido ed elastico).
Foderate la teglia con carta forno e stendetevi sopra la pasta.
Coprite la teglia con pellicola e lasciate lievitare per 90’ o fino al raddoppiamento del volume.
Preriscaldate il forno a 200°C.
Farcite la pasta lievitata con le amarene facendo un po' di pressione su di ognuna affinchè affondino leggermente nella pasta.
Irrorate la superficie della pasta con un po’ dello sciroppo delle amarena.
Spolverate la superficie con lo zucchero restante ed infornate con modalità statica per circa 20-25’.
Prima di servire lasciate riposare per almeno 20'.
Vi lascio e scappo dal rivenditore degli infissi a scegliere il portoncino della casa nuova. Pian piano prende forma e diventa sempre più bella. Non vedo l'ora sia finita e soprattutto non vedo l'ora di poter cucinare nella mia nuova cucina con la mega l'isola!.

A presto.

NOMINATION A "MIGLIOR SITO FOOD" & BBQ di SPIEDINI ALL'ANANAS

...si riparte...
Si riparte con tanta gioia dopo la pausa estiva. Con tanta gioia perchè "Le Passioni di Antonella" ha avuto la nomination a "Miglior Sito Food" ai Macchianera Awards", gli oscar dei migliori siti internet e blog italiani le cui premiazioni si terranno a Rimini il 12, 13 e 14 settembre durante il Blogfest.
Quando mi è stata comunicata la Nomination ho avuto un momento di mancamento, io non ho fatto alcuna campagna di promozione in merito ed i voti di candidatura sono arrivati a mia insaputa dagli utenti della rete che mi seguono e per questo non smetterò mai di ringraziarVi. 
Quando mi è stato comunicato onestamente credevo di esser stata nominata in un'altra categoria e lo scoprire della nomination nella categoria "Miglior sito food" insieme a dei mostri sacri della cucina, mi ha fatto passare repentinamente dal mancamento allo sgomento. Insomma, mi ci è voluto un po' per riprendermi!
Cmq, se vi andrà di votarmi potrete farlo sul sito della festa della rete nella sezione #MIA14 seguendo le indicazioni riportate qui.
Onestamente io la mia vittoria l'ho già avuta, anzi vittoria bis!: perchè sono entrata in nomination a mia insaputa senza alcuna campagna di promozione e solo grazie a chi mi segue e mi ha votata con benevolenza e soprattutto perchè sono in nomination insieme a dei Colossi indiscussi di altissimo calibro...tutto questo mi aiuta a comprendere sino in fondo che sto procedendo nella direzione giusta.
Non si può ripartire dopo le vacanze estive senza una nuova ricetta e per riprendere prima che arrivi l'autunno Vi regalerò ancora qualche altra ricetta estiva. Devo dire che il mio nuovo alleato in cucina, il Grill Antiaderente LeCreuset è stato l'accessorio rivelazione della mia estate e ne ho sviluppato una vera e propria dipendenza, un barbecue sempre a portata di mano con la comodità di poterlo utilizzare su fiamma è una mano santa in cucina sia d'estate ma soprattutto anche d'inverno.
Un classico da fare al BBQ sono gli indiscutibili SPIEDINI che piacciono davvero a tutti. Io amo particolarmente accompagnare la carne con la frutta, soprattutto se grigliata proprio come se fosse una verdura, ed allora per questi spiedini mi sono detta: ma perchè non accompagnare la carne di maiale con l'ananas che grigliato è straordinariamente buono?...insomma, non c'ho pensato più di tanto ed il risultato è stato proprio quello sperato.

BBQ di SPIEDINI ALL'ANANAS
INGREDIENTI per 8 SPIEDINI:
8 Salsicce,
4 Fette di Arista di Maiale tagliata spessa,
16 Foglie di Alloro,
2 Fette di Ananas fresco spesse almeno 2 cm,
8 Stecchini di Legno,
Insalata Gentilina per accompagnare.
TEMPI DI PREPARAZIONE:
TEMPO DI REALIZZAZIONE TOT. 30'
TEMPO DI COTTURA 15'
PREPARAZIONE:
Tagliate ogni singola salsiccia in 3 pezzi, ogni singola fetta di arista in 8 quadrotti ed ogni fetta di Ananas in 9 quadrotti.
Intanto Riscaldate il BBQ.
Componete gli Spiedini alternando gli ingredienti di carne all’ananas e all’alloro. Grigliate su piastra rovente.
Servite con Insalata Gentilina condita a piacere.
Stampa la Ricetta.
Vi saluto a Vi do appuntamento alla prossima ricetta. Io scappo alla casa nuova, i muratori lavorano anche di sabato con ritmi serrati e devo dargli alcune indicazioni...ah Zie dimenticavo di dirvelo: lunedì Christian inizia l'asilo!
A presto.

PASTA CRUDAIOLA con OLIO al BASILICO e ACETO BALSAMICO TARTUFATO

...lo ammetto: ho sviluppato una sorta di dipendenza per l'aceto balsamico al Tartufo, non ne posso più fare a meno...è il mix perfetto per insaporire una pasta semplicissima al Tonno e Cipolline caramellate o un Uovo in camicia. Inutile dirVi che su di un crostone di pane bruscato caldo, magari un po' strofinato di Aglio e condito con qualche scaglia di Parmigiano o Grana, qualche goccia di questo aceto può enfatizzare i sapori talmente tanto che accantonereste un piatto di ostriche pur di assaporarlo!.
"Chiudo per ferie" salutandoVi all'insegna della cucina semplice e saporita che contraddistingue noi italiani; una cucina che nella sua semplicità è ricca di ingredienti di prim'ordine, che sanno dare quel tocco raffinato anche ai piatti all'apparenza più semplici come una PASTA CRUDAIOLA da chiudere in un contenitore ermetico e da portarci in giro nelle lunghe giornate d'agosto fatte di gite, vacanze e scampagnate fuori porta. Perchè in fondo Noi Italiani siamo maestri al mondo nel rendere straordinario anche l'ordinario. 

PASTA CRUDAIOLA con OLIO al BASILICO e ACETO BALSAMICO TARTUFATO
INGREDIENTI PER 6 PERSONE:
500 gr di Pasta di Semola di Grano duro
250 gr di Pomodorini datterini
300 gr di Mozzarelline ciliegine di Bufala
Aceto balsamico al Tartufo (per me Acetaia Giusti)
Sale, Olio e.v.o e Basilico fresco q.b
TEMPI DI PREPARAZIONE:
TEMPO TOT. DI PREPARAZIONE 90'
TEMPO DI RIPOSO 1h
TEMPO DI COTTURA 6'
PREPARAZIONE:
Preparate l'acqua per la cottura della pasta e scolate a lungo le mozzarelline.
Lessate la pasta in abbondante acqua salata per circa la metà del tempo di cottura riportato sulla confezione.
Intanto emulsionate nel mixer olio e.v.o, basilico ed un pz. di sale.
Lavate i pomodorini, divideteli a metà e lasciateli spurgare in un colino a maglia fitta.
Scolate la pasta e conditela con l’olio al basilico e l'Aceto balsamico tartufato. Lasciatela riposare in frigo per circa 1h.
Prima di servire aggiungete ancora un po’ d’olio e.v.o, i pomodorini e le mozzarelline e guarnite con altro basilico.
Servite in barattoli monoporzione o porzionate al momento del servizio.

Vi saluto, stacco un po' la spina. Il mio profilo Instagram però resta attivo per cui chi mi segue su Ig mi ritroverà anche in queste settimane di pausa dal blog.

Che restiate a casa o Vi spostiate al capo opposto dell'emisfero:
"Che sia un Agosto proprio come lo desiderate".

A presto.

TORTA AL CACAO, LIMONCELLO E FRAGOLE.

Era da tempo che pensavo di realizzare una torta aromatizzata al Limoncello, una torta che mi riportasse indietro con il tempo ai profumi e sapori dei Limoni di Sorrento. vi ho già detto qui sul blog che Sorrento è stata la meta della prima gita fuori porta con mio marito, per cui Vi sono affezionata in maniera particolare...in questo periodo di scatoloni da fare e ricordi da imballare, mi sono imbattuta in alcune vecchie foto scattate appunto durante quella gita, sembra esser passato un secolo ed invece sono solo 10 anni fa, 2 bambini fa ed una lunga chioma riccia fa!. Anche mio marito a chioma non scherzava! Portava i capelli medio-lunghi all'epoca e scorrazzava nella sua auto blu come se non ci fosse un domani! In fondo anch'io ero molto diversa (capelli a parte!). Riguardando quelle foto ho rivisto la spensieratezza dei vent'anni e la voglia di conquistare il mondo...ad esser onesta quella voglia di conquista non mi è mai passata, a furia di voler conquistare mi ritrovo con due bimbi a seguito! Sarà il caso che conquisti il mondo su altri fronti se non voglio ritrovarmi a 40 anni con 9 figli come fece mia nonna a sua tempo! 
Magari non 9 ma 4 sì!
Per questa torta ho utilizzato uno stampo quadrato di LeCreuset che trovo estremamente comodo; la torta grazie alla forma regolare si riesce a porzionare in pratici quadratini evitando sprechi inutili e rendendo il tutto molto gradevole da servire anche nell'ambito di un party. Io infatti quando organizzo qualche festicciola adoro preparare torte dolci e salate di forma quadrata o rettangolare perchè posso porzionarle facendone dei piccoli quadratini-bocconcino facili di servire. 
TORTA AL CACAO, LIMONCELLO E FRAGOLE
INGREDIENTI:
4 uova intere medie,
140 gr di farina 00,
100 gr di cacao amaro in polvere,
240 g di burro fuso e freddo,
240 g di zucchero semolato,
60 ml di limoncello,
4 gr di lievito vanigliato per dolci,
zeste di 1/2 limone grattugiato,
fragole fresche,
zucchero a velo per decorare,
burro + farina per lo stampo
TEMPI DI PREPARAZIONE
TEMPO di lavorazione: 20'
TEMPO di cottura: 50'
Tempo di riposo: 30'
PREPARAZIONE:
Preriscaldate il forno a 180° con modalità statica.
Lavate le fragole, privatele del picciolo, asciugatele e tagliatele in 2 parti nel senso della lunghezza. Ponetele in un recipiente  tenendole in frigo sino al momento di guarnire la torta.
Imburrate ed infarinate la teglia.
Fondete il burro e poi lasciatelo freddare.
Con le fruste elettriche montate a crema le uova con lo zucchero sino a che otterrete una massa gonfia e soffice.
Con le fruste in movimento ma a bassa velocità, aggiungete il limoncello ed unite a filo il burro, poi le zeste di limone grattugiate ed infine la farina setacciata con il lievito.
Amalgamate bene il tutto sino a che l’impasto risulti soffice e cremoso.
Versate l'impasto nella teglia e cospargete la superficie di quest'ultimo con le fragole.
Infornate per 45-50 minuti nel ripiano basso del forno.
Se a metà/fine cottura la torta dovesse colorire troppo in superficie, copritela con un foglio di carta d’alluminio e continuate la cottura.
Prima di sfornare verificate sempre la cottura mediante la prova dello stecchino.
Lasciate intiepidire la torta per 15′ nel suo stampo, dopodichè sformatela su di una gratella da pasticceria e lasciatela freddare per almeno altri 30' prima di servire.
Decorate con zucchero a velo.
Stampa la Ricetta.

Ovviamente il Limoncello utilizzato per questa torta è prettamente Homemade, preparato con le mie mani e lasciato a macerare per giorni e giorni! La ricetta del mio limoncello, insieme ad altre 9 ricette estive di cocktail, gelati e ghiaccioli potete trovarla in edicola sul prox numero di Vivere Country a partire dalla seconda settimana di Agosto.
Questa è l'ultima ricetta LeCreuset prima delle vacanze estive, ci ritroveremo insieme al marchio di pentole e tegami che può amo verso fine Agosto. 
Con Voi lettrici invece ci saluteremo con l'ultimo post estivo tra qualche giorno!

Alla prossima.

INVOLTINI DI ZUCCHINE GRIGLIATE RIPIENE DI RICOTTA

Ciao a tutte e ben ritrovate! Continua inesorabile la ricerca dei vari complementi per la casa nuova: ordinate pavimentazioni, cucina e carta da parati per dare un tocco di colore ai vari ambienti. In realtà la tonalità di base sarà il bianco ma rallegrata da qualche nota di colore pastello qua e là. Sicuramente la nota di colore del living e studio sarà data dall'azzurro polvere, colore che io e mio marito adoriamo...azzurro polvere anche nella cameretta di Christian e verde acqua + rosa pastello nella cameretta di Giada. Per il resto decideremo strada facendo.
Intanto oggi Vi propongo un classico estivo senza tempo: GLI INVOLTINI DI ZUCCHINE GRIGLIATE RIPIENE. 
Io per il ripieno ho utilizzato della buona ricotta fresca a lungo sgocciolata ed aromatizzata con menta + erba cipollina (metterei l'erba cipollina ovunque!) ed ho insaporito le zucchine con un ottimo aceto balsamico per dare una nota aromatica in più. 
INVOLTINI DI ZUCCHINE GRIGLIATE RIPIENE DI RICOTTA.
INGREDIENTI per 24 involtini:
3 grosse Zucchine
400 gr di Ricotta
Menta ed Erba Cipollina q.b
Aceto Balsamico q.b (per me Aceto Balsamico di Modena Giuseppe Giusti)
Sale e Pepe q.b
TEMPO DI PREPARAZIONE TOT: 70'
TEMPO DI RIPOSO: 10'
TEMPO DI COTTURA: 20'
PREPARAZIONE:
Setacciate la Ricotta e ponetela in un colino a sgocciolare.
Intanto Scaldate una griglia in ghisa per arrostire.
Lavate, spuntate ed asciugate le Zucchine.
Affettatele sottilmente.
Grigliate le Zucchine da ambo i lati e lasciatele raffreddare per 10'.
Salatele.
Condite la Ricotta con Sale, Pepe, Menta sminuzzata ed Erba Cipollina Tritata.
Irrorate le Zucchine con qualche goccia di Aceto balsamico e farcitele con un po’ di composto di Ricotta.
Arrotolatele a mo’ di involtino e guarnitele con foglioline di menta fresca.
Stampa la Ricetta.
Vi saluto, sono alla ricerca delle rubinetterie e sanitari per i bagni ed entro un termine decente (diciamo che la scadenza era qualche giorno fa!) dovrei decidere la disposizione dei mobili nel living al fine di dare un'idea della predisposizione delle luci all'elettricista! Ce la posso fare, ce la posso fare....!

Antonella