Top Social

SEMLA SVEDESI & PASTA di MANDORLE HOMEMADE

|

Ciao a Tutte e ben ritrovate, oggi facciamo un salto in Svezia, Vi propongo la ricetta dei Panini Dolci Svedesi per antonomasia: i  SEMLA o SEMLAR o SEMLOR (a seconda della Regione).
Questi Panini Svedesi tradizionalmente preparati per il martedì grasso, oggi sono diventati il dolce da colazione o merenda nazionale (un po' come il croissant in Francia) e vengono venduti anche in tutti i panifici.
E' un panino a metà tra un Profiterole, un Maritozzo con la Panna ed un dolcetto di Pasta di Mandorle...Pasta di Mandorle sì! Perchè la Pasta di Mandorle (o Mandelmassa per gli Svedesi) non si usa solo nella ns bella Sicilia bensì anche in Svezia, molto - molto più a Nord! e siccome ci servirà anche la Pasta di Mandorle, Vi darò la mia ricetta homemade.


Ingredienti per 15 Mini SEMLA:
- 13 gr. di Lievito di Birra, 45 gr di Burro, 125 ml di Latte, 40 gr di Zucchero, 1/2 cucchiaino di Cardamomo macinato, 2 gr di Sale, 250 gr di Farina 00 (per me Molino Chiavazza), 50 gr di Pasta di Mandorle (vedi sotto), 225 ml di Panna da Montare non zuccherata, 1 Uovo sbattuto per spennellare, Zucchero a Velo per decorare (per me S.Martino)

Ingredienti per 100 gr circa di PASTA di MANDORLE o MANDELMASSA.
- 50 gr di Mandorle, 1 Mandorla amara (facoltativa), 50 gr di Zucchero a velo (per me S.Martino), 3 cucchiaini d'Acqua.

Preparazione dei SEMLA:
  1. Fondete il burro in una casseruola e aggiungete il latte. Portate alla temperatura di 37° (se non disponete di un termometro alimentare, potete fare una prova con il dito, non dovreste sentire variazione di temperatura ma solo un leggerissimo tepore).
  2. Sbriciolate il lievito ed amalgamatelo al cardamomo macinato.
  3. Versate il liquido di latte e burro in una ciotola ed emulsionate con il lievito e cardamomo. 
  4. Aggiungete la farina per poco per volta ed impastate. L’impasto deve risultare morbido e leggermente appiccicoso. 
  5. Aggiungete zucchero e sale e mescolate fino ad ottenere un impasto liscio.
  6. Lasciate lievitare la pasta fino a quando non raddoppia di volume, circa 1 h.
  7. A lievitazione ultimata dividete l'impasto in bocconcini di circa 30 grammi per mini semla o 60 gr per maxi semla. Fatene delle palline e ponetele in una teglia per tartellette o muffin al fine di "tenere la forma tondeggiante" (per me stampo in silicone Silikomart) o se non disponete di teglia preforata adagiateli su di una leccarda rivestita di carta da forno. Nel caso usiate la leccarda, ponete le palline di pasta ben distanziate tra loro poiché dovranno ri-lievitare sino al raddoppiamento del proprio volume.
  8. Lasciate quindi ri-lievitare per ulteriori 60 minuti circa o fino a quando il loro volume raddoppia. 
  9. Spennellate la superficie con l’uovo sbattuto. 
  10. Infornate nella parte centrale del forno a 225° per circa 12'. Sformate dagli stampi e lasciate raffreddate su una grata.
  11. Quando i SEMLA saranno completamente raffreddati tagliate la calotta superiore con un coltello a lama seghettata e togliete un po’ di mollica interna                                                                                                                          
  12. Tritate al mixer la mollica ed amalgamatela alla pasta di mandorle aiutandovi con 1 cucchiaio di panna (non montata) fino ad ottenere un composto compatto.
  13. Montate la panna.
  14. Riempite ogni SEMLA con un cucchiaino scarso di pasta di mandorle e utilizzando un sac-à-poche guarnite con la panna.                                                                                                                                                      
  15. Rimettete il coperchio e cospargere con zucchero a velo prima di servire.
Preparazione per Pasta di Mandorle Homemade:

Tritate finemente al mixer le mandorle fino a ridurle in farina (con il mixer procedete ad impulsi alternati al fine di non far surriscaldare le mandorle che potrebbero rilasciare i propri olii), unite lo zucchero a velo e qualche cucchiaino d'Acqua che legherà il tutto.

(photos by me - do not use without permission)

Provateli, sono deliziosi! e meno dolci di quanto si possa immaginare - infatti la pasta del Panino è zuccherata pochissimo ed anche la panna non è zuccherata, l'unica nota dolce è data dalla pasta di mandorle, ma se userete la mia versione homemade noterete subito che non è eccessivamente dolce e stucchevole al palato come quella preconfezionata.

 Alla prossima
45 commenti on "SEMLA SVEDESI & PASTA di MANDORLE HOMEMADE"
  1. Servizio meraviglioso, estetica perfetta, ma sono un po' asciutti?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maria, innanzitutto grazie i complimenti! In rif. ai dolcetti se li proverai noterai che non sono affatto asciutti, anzi! Hanno la stessa consistenza e sofficità di una morbida brioche al latte pur non contenendo latte...tale morbidezza è data dalla doppia lievitazione.

      Elimina
  2. mmm sembrano (e lo sono sicuramente!!) essere deliziosi!!! grazie per la ricetta! da provare appena possibile,,,e chissà se mi verranno belli e buoni come i tuoi!!
    complimenti
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alice grazie per la visita, se non erro sei nuova di queste parti?!!! Le mie followers me le ricordo quasi tutte e Tu mi sa che approdi adesso nel mio angolino virtuale...cmq la ricetta è collaudatissima, segui soprattutto i punti sulla doppia lievitazione e vedrai che ti verranno benissimo e molto soffici.
      Fammi sapere e benvenuta!

      Elimina
  3. ma che cosa meravigliosa! e poi presenti sempre i piatti con una classe unica! foto bellissssssime!
    Eva e Valentina

    WalkOnTheShinySide.com
    Walk on Facebook
    Bloglovin'

    RispondiElimina
  4. no questi mi piacciono veramente sono invitantissimi...complimenti per foto e ricetta! proveremo ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Claudia, so che Ti verranno benissimo di sicuro!

      Elimina
  5. Ma come mi piace la prima foto Antonella, bellissima, complimenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Simona, La passione per il PhotoFood diventa sempre più grande!

      Elimina
  6. Wow, direi che ne vorrei assaggiare subito uno!! Sono molto invitanti e sicuramente ottimi, non ho mai avuto la fortuna di assaggiarli!! Grazie per la ricetta, davvero super!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia, vedrai che se li proverai Ti piaceranno di sicuro, i sapori sono decisamente quelli di casa nostra, non diresti mai che vengono da così lontano...

      Elimina
  7. Che belli, me li immagino come dei soffici panini al latte, profumati di mandorla!
    Un bacio,
    Cri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto Cri, hai colto l'essenza di questi panini!

      Elimina
  8. Gnaaaaammyy... Che bonta'! Grazie per la ricetta... Voglio assolutamente provare! <3 bacini cara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Carla! Fammi sapere allora quando li prepari!

      Elimina
  9. Gnaaammy! Che bonta'! Voglio assolutamente provare, grazie per la ricetta! <3 bacini cara

    RispondiElimina
  10. Brava Antonella, questi panini sono spettacolari e con quel ripieno.....pura guduria!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara la mia Any, questi panini ricordano molto la Tua bella Sicilia!

      Elimina
  11. goduria..........che spettacolo!!!!!!!
    Una meraviglia, anche la presentazione!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Simo! Detto da Te poi è doppio complimento per me!

      Elimina
  12. Mamma che buoni... e poi la presentazione è splendida!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Pamela, adoro le belle presentazioni!

      Elimina
  13. Quella panna soffice e ondulata mi dà sicurezza... come un cuscino su cui dormire o una nuvola su cui lanciarsi, senza farsi male...
    Prima o poi andrò nei Paesi Nordici e so che li svaligerò di dolci e oggetti per la casa... ;-)
    Ti abbraccio. Forte come sai tu.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesca, sapessi quanto mi costa far finta di niente (Tu sai) ma avevo preso degli impegni in precedenza ai quali non posso sottrarmi ed ironia della sorta vuole che devo pubblicare tutta una serie di post entro natale...la consolazione è che tutte le immagini dei prox 12 post le ho scattate negli ultimi 2 mesi e ce le ho in archivio...
      Grazie perchè ci sei sempre.

      Elimina
  14. Quella panna soffice e ondulata mi dà sicurezza... come un cuscino su cui dormire o una nuvola su cui lanciarsi, senza farsi male...
    Prima o poi andrò nei Paesi Nordici e li svaligerò di dolci e oggetti per la casa... ;-)
    Ti abbraccio. Come sai tu.

    RispondiElimina
  15. ohh mamma Antonella che golosità!!!!
    gnam gnam!!!!!
    Me ne dai uno?
    Ciao
    Sara

    RispondiElimina
  16. sembrano buonissimi! grazie della ricetta! io in cucina sono una frana ed ho un forno a gas che non aiuta ! ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Annamaria io invece quando panifico pagherei oro per averne uno come il Tuo!

      Elimina
  17. Ho appena fatto colazione ma ne vorrei uno fra le mani! Il tuo servizio meraviglioso!
    Buon week end
    Elena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Elena! Sapevo che avresti notato i particolari! Le forchettine da dolce sono broc -1911- !

      Elimina
  18. fantastici !!!! voglio provare a farli subito!!!!!

    RispondiElimina
  19. mmmmmmmmmmmm...*___*...waw che buoni!!!!!!!!..mai assaggiati ma hanno un aspetto a dir poco meraviglioso..e immagino il sapore!!>_<..che buoni!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è si, sono buoni sul serio! Vale la pena mettere le mani in pasta!

      Elimina
  20. mamma mia chissà come sono buoni!!!!!!!!!!!!!
    buona serata valeria

    RispondiElimina
  21. Non so se mi attira di più quelle bontà oppure quelle posatine ;) o il runner!!!
    Ciao Lieta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Occhio lungo Tu cara Lieta! Runer di lino e posatine broc 1911!!

      Elimina
  22. Ciao Antonella grazie per essere passata a trovarmi e grazie per i complimenti che contraccambio con piacere, hai un blog delizioso, questi dolcetti poi sono meravigliosi!
    A presto :)

    RispondiElimina
  23. Ciao Antonella, non ci conosciamo, ma volevo dirti che ho appena postato questa ricetta fantastica, sul mio blog.
    Grazie mille per la condivisione, mi hai fatto conoscere una preparazione che per me, era ignota :)
    A presto
    Aurelia

    RispondiElimina